Quantcast

Attenzione al sushi, la tragedia di Luca: mangia il sushi e muore a 15 anni dopo 9 giorni di agonia

Più informazioni su

Luca Piscopo, uno studente di soli 15 anni, era andato a mangiare sushi in un ristorante giapponese. Dopo i primi malori la tragedia.

Il ragazzo di Soccavo, in provincia di Napoli, poco dopo aver concluso il pasto ha accusato febbre alta, diarrea, vomito.

Un calvario lungo nove giorni, al termine dei quali il suo cuore ha smesso di battere. Secondo quanto riportato da Il Mattino, sulla tragedia ora indaga la Procura che ha disposto l’autopsia e iscritto due nomi nel registro degli indagati con l’ipotesi di omicidio colposo: il titolare del ristorante, un cittadino cinese di 55 anni, e il medico di base che ha prescritto a Luca la terapia domiciliare, di 61 anni.

I titolari dell’inchiesta sono i pm Federica D’Amodio e Luigi Landolfi.

I genitori di Luca vogliono sapere come mai loro figlio, sanissimo e senza alcuna patologia nel suo passato, sia morto dopo aver pagato 14,99 europer un all-you-can-eat, lo scorso 23 novembre.

Anche gli altri ragazzi che hanno mangiato con lui hanno accusato i sintomi di una intossicazione alimentare, in un caso confermata per il batterio della salmonella.

Nel frattempo, il ristorante in questione continua ad ospitare clienti: nessuna prescrizione è stata ancora disposta.

Le verifiche si stanno concentrando sull’abbattitore, che consente di portare il cibo crudo e scongelato a una temperatura sotto zero, in modo da distruggere eventuali vermi, batteri o parassiti.

Più informazioni su

Commenti

Translate »