Quantcast

A tu per tu con la fotomodella Lorih Caradonna

Più informazioni su

Lorih Caradonna, fotomodella di origini siciliane, è intervenuta in esclusiva ai microfoni di Marco Palomba e Carlo Ametrano nel corso della rubrica “A tu per tu“. Ecco le sue dichiarazioni.
Lorih ci parli dei tuoi ultimi impegni?
“Recentemente ho fatto un bellissimo lavoro per una rivista di moda, ovvero la “DressCode magazine” che uscirà a breve in edicola. E’ stato un set molto particolare perché l’ho fatto su una barca; c’era un freddo allucinante però nel mondo della moda non esiste stagione!”
Nel lavoro di fotomodella, qual è stato il momento più difficile e quale il più semplice?
“Il momento più difficile è stato quando ho dovuto imparare a posare, perché per ogni set le pose sono completamente differenti. Ho fatto per esempio un workshop in cui ho dovuto interpretare una motociclista e mi sono dovuta immedesimare al massimo nel personaggio. Devi imparare a essere qualsiasi tipo di personaggio e questo non è per niente facile. Invece la parte più facile è quando mi devo acconciare. Fare vari abbinamenti, lo adoro”
Una fotomodella quanto deve essere attrice?
“Lo deve essere al 100% perché ci sono alcuni brand che a volte richiedono alcuni video per un make-up o una crema e ovviamente devi saper recitare, parlare un buon lessico e avere tante altre componenti”.
E tu nel mondo della recitazione sei già entrata.
“Assolutamente. A gennaio ci sarà la prima uscita del film in cui ho recitato e a fine mese ho una proposta per un nuovo film. Speriamo bene anche se comunque la recitazione è molto più complessa rispetto a un set fotografico: devi rifare e ripetere la scena da ogni angolo, non è per niente semplice”.
Ora ti aspettiamo a Imola, il 30 aprile, per il Senna Day di Carlo Ametrano, giusto?
“Sì certo, con grande piacere. Ho già dato conferma, non vedo l’ora!”
Se vuoi ascoltare l’intervista a Lorih Caradonna clicca sul link che segue: http://chirb.it/2AmnGa

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »