Quantcast

Vietri sul Mare/Cava de’ Tirreni: caos rifiuti al confine, “conto” ai vietresi

Vietri sul Mare/Cava de’ Tirreni: caos rifiuti al confine, “conto” ai vietresi. Se ne parla in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Cittadini vietresi nel limbo del servizio di raccolta dei rifiuti: quanti risiedono nelle zone al confine con il Comune di Cava de’ Tirreni rischiano, ora, pesanti multe per il conferimento irregolare dei proprio rifiuti solidi urbani nelle aree di competenza della città metelliana. Lo ha segnalato il vice del sindaco Vincenzo Servalli , l’assessore con delega all’ambiente di Cava de’ Tirreni, Nunzio Senatore , in una lettera fatta recapitare nei giorni scorsi al sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone. Nella missiva Senatore ha posto all’attenzione di De Simone l’annosa problematica che investe i cittadini vietresi che risiedono in località Vetranto e San Liberatore, proprio ai confini con Cava de’ Tirreni, e che conferiscono i propri rifiuti solidi urbani presso le postazioni di raccolta di competenza del Comune metelliano.

«Nella fattispecie – spiega Senatore – la società “Metellia” (partecipata che si occupa dell’igiene ambientale a Cava), svolge il servizio a beneficio di utenze che per la particolare conformazione del territorio non hanno evidentemente altri modi per conferire i rifiuti ed incorrono, purtroppo, in una irregolarità sanzionabile dalla normativa vigente. Per la risoluzione del problema, ho chiesto al sindaco De Simone di informare gli interessati di tale irregolarità e nel contempo verificare se il servizio di raccolta predisposto dal Comune di Vietri sul Mare sia fruibile anche da tali famiglie». Per risolvere tale impasse lo stesso vicesindaco cavese ha proposto a De Simone di operare uno scambio dei dati relativi alle famiglie interessate dal problema, così da poter registrare il regolare pagamento delle utenze al Comune di Cava de’ Tirreni. «In alternativa ho chiesto che siano censite le famiglie che sversano i rifiuti nel territorio cavese – ha aggiunto il vicesindaco Senatore – e comunicare al Comune di Cava de’ Tirreni i relativi dati necessari ai nostri uffici per l’addebito dei costi di smaltimento ». Ricevuta la sollecitazione, il sindaco Giovanni De Simone ha fatto sapere di essersi tempestivamente confrontato con l’assessore Senatore e che nei prossimi giorni sarà individuata la soluzione più agevolmente perseguibile per risolvere il problema. «Insieme all’assessore di Cava de’ Tirreni, Nunzio Senatore – ha spiegato il sindaco De Simone – abbiamo deciso di mettere in contatto i due uffici che si occupano del settore tributi, quello cavese e quello di Vietri sul Mare, così da poter definire la soluzione migliore per evitare disagi e soprattutto che i cittadini possano usufruire del servizio di raccolta senza incorrere nel rischio di sanzioni».

Analoga situazione, ma più circoscritta, riguarda anche alcuni nuclei familiari residenti al confine tra Cava e Salerno, sempre in località San Liberatore, e pertanto dello stesso problema era stato interessato anche l’ex assessore all’Ambiente del Comune capoluogo, Angelo Caramanno , al quale il vicesindaco di Cava, Senatore, aveva inoltrato la stessa lettera trasmessa a De Simone, con la richiesta di attuare provvedimenti.

Commenti

Translate »