Quantcast

“Troviamo Antonino” aperto un gruppo Facebook per il ragazzo di Positano scomparso a Londra, il padre “Mi piacerebbe incontrare qualcuno”

Più informazioni su

“Troviamo Antonino” aperto un gruppo Facebook per il ragazzo di Positano scomparso a Londra, il padre “Mi piacerebbe incontrare qualcuno” Resta un mistero la scomparsa di Antonino Coppola a Londra, la famiglia è sicuramente stremata, cerchiamo di non tenere sotto silenzio il caso e Positanonews , il giornale della Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina, se può cerca di dare forza e risalto agli appelli della famiglia.

Intanto è stato aperto un gruppo facebook “Troviamo Antonino” , con il padre che fa un appello “Sono il papà di Antonino, sono a londra e mi farebbe piacere incontrare qualcuno”, ci sono anche delle risposte, speriamo bene, ma al di là di tutti gli annunci fatti sinora non vi è nulla di certo su Antonino che tutti speriamo si trovi o si faccia vivo .

Da Londra il nuovo appello per cercare Antonino, il giovane di Positano ancora scomparso

Il caso definito “anomalo” dall’ispettore Detective Sian Hutchings, che si sta occupando delle indagini. Anomalo o meglio “Enigmatico” è anche il comportamento di Antonino ripreso dalle telecamere, come infatti dopo aver vomitato, perchè non è tornato indietro? E come ha dichiarato il suo amico Ciro dopo aver visionato le riprese delle telecamere:“nella prima telecamera dove siamo riusciti a vedere, Antonino si vede che vomita, alza la testa, cammina e si gira dietro, è come se girasse la faccia per paura che la gente lo avesse visto mentre vomitava. Ma allora perché non tornare nella stazione dopo aver vomitato?”. Ecco; perchè dopo aver vomitato non è ritornato indietro dove lo aspettava l’amico con le valige? Che forse la soluzione del mistero stia nel fatto, come ha dichiarato l’amico che “…cammina e si gira dietro …”? Perchè girarsi? Che fosse seguito da qualcuno cui temeva? E anche se fosse, quel “qualcuno” è stato o no anche lui inquadranto dalle telecamere? Intanto da quel maledetto 16 settembre è passato già un mese e mezzo e mistero ed interrogativi restano.

Intanto da quel maledetto 16 settembre è passato già un mese e mezzo e mistero ed interrogativi restano.

Antonino Coppola e il fratello Niko

Resta un mistero la scomparsa del giovane positanese a Londra. Il caso definito “anomalo” dall’ispettore Detective Sian Hutchings, che si sta occupando delle indagini. Anomalo è anche il comportamento di Antonino ripreso dalle telecamere, come infatti dopo aver vomitato, perchè non è tornato indietro? E come ha dichiarato il suo amico Ciro dopo aver visionato le riprese:“nella prima telecamera dove siamo riusciti a vedere, Antonino si vede che vomita, alza la testa, cammina e si gira dietro, è come se girasse la faccia per paura che la gente lo avesse visto mentre vomitava. Ma allora perché non tornare nella stazione dopo aver vomitato?”. Ecco; perchè dopo aver vomitato non è ritornato indietro dove lo aspettava l’amico? Che forse la soluzione del mistero sia nel fatto, come ha dichiarato l’amico che “…cammina e si gira dietro …”? Perchè girarsi? Che fosse seguito da qualcuno cui temeva e non come ipotizzava il suo amico “per vergogna”? E anche se fosse, quel “qualcuno” è stato o no anche lui inquadranto dalle telecamere? Intanto da quel maledetto 16 settembre è passato già un mese e mezzo e mistero ed interrogativi restano.

Ansia a Positano per Antonino Coppola, ancora scomparso

Sono domande che aspettano risposte, intanto capiamo e siamo vicini alla famiglia che sta soffrendo in questo momento per Antonino, noi ci saremo sempre se vorrete.

Più informazioni su

Commenti

Translate »