Quantcast

Tradizioni della Costiera Amalfitana: il perché della pizza a pranzo il 2 novembre

Tradizioni della Costiera Amalfitana: il perché della pizza a pranzo il 2 novembre. Una delle tradizioni nate in Costiera Amalfitana è l’usanza di mangiare la pizza per pranzo in occasione del 2 novembre.

Ma perché?

Questa usanza si è diffusa negli inizi del Novecento, quando l’utilizzo dell’automobile non esisteva o era limitata solamente alle classi più agiate delle popolazione. Le donne, infatti, in questa data si recavano al cimitero per visitare i propri cari defunti e, poiché i cimiteri erano e sono tutt’ora lontani dai centri storici, per raggiungerli erano necessarie diverse ore.

Tra il raggiungimento a piedi del cimitero, la visita alle tombe e la Santa Messa, le donne delle costiera restavano fuori casa non avevano tempo da dedicare alla cucina. Per questo motivo lungo la strada si fermavano per pochi minuti a mangiare frettolosamente una pizza piegata a “portafoglio”.

Durante la prima metà del secolo scorso le pizze erano proprio vendute lungo le strade che conducevano ai cimiteri dalle donne che le portavano avvolte nella carta in ceste di vimini e solitamente erano condite solo con pomodoro, origano e aglio e talvolta con l’aggiunta di acciughe sotto sale.

Inoltre un altro richiamo per questa usanza di mangiare la pizza il 2 novembre viene anche dall’antica Grecia: il grano con cui si prepara la pizza è infatti legato alla resurrezione poiché il chicco di grano muore e rinasce dalla terra. Per questo motivo ritroviamo il grano nella Settimana Santa, come addobbo del Sepolcro di Cristo, ma che ereditiamo anche dal culto greco di Demetra, la Madre della Terra, artefice della vita e della morte.

Commenti

Translate »