Quantcast

Tour in penisola e costiera a 200 euro: tassisti abusivi beccati ad Amalfi

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Amalfi, nel corso di servizi predisposti volti a contrastare il fenomeno delle attività abusive, hanno sanzionato due cittadini napoletani, di 64 e 66 anni, beccati mentre esercitavano l’attività di tassisti senza possederne i titoli previsti.

L’operazione è frutto di una segnalazione fatta ai militari dell’Arma da parte di alcuni cittadini che avevano notato questi due uomini, nei pressi del bivio che conduce a Positano, lungo la SS163, con due macchine differenti (una delle quali con targa polacca), che chiedevano a dei turisti se avessero bisogno di un passaggio. Giunta la pattuglia in zona ha notato i mezzi partire, direzione Amalfi: dopo averli seguiti a distanza gli uomini dell’Aliquota Radiomobile hanno osservato che le due vetture, giunte in piazza Flavio Gioia, hanno fatto salire a bordo alcune persone, per poi ripartire prontamente. A questo punto, con una manovra repentina, gli operatori hanno fermato i veicoli per un controllo, sentendo prima le dichiarazioni degli ignari passeggeri, vacanzieri stranieri, i quali confermavano che i due “tassisti”, per le cifre rispettive di 200 e 180 euro, si erano offerti di condurli in un tour della penisola Amalfitana e Sorrentina.

A questo punto i conduttori sono stati portati in caserma per la compilazione degli atti, e nei loro confronti è stata elevata la sanzione amministrativa prevista dal codice della strada per l’attività abusiva di trasporto di persone, che prevede il sequestro amministrativo del veicolo, ai fini di confisca, e la sospensione della patente per 4 mesi.

Commenti

Translate »