Quantcast

Sorrento, truffa del finto corriere: arrestata una donna di Napoli

Più informazioni su

Sorrento, truffa del finto corriere: arrestata una donna di Napoli. A fornirci i dettagli è Ilenia De Rosa in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Truffa ai danni di un’anziana: arrestato uno dei due colpevoli. Si tratta di una donna, C.P. 44enne originaria di Napoli, che lo scorso settembre, con il metodo del «finto corriere», insieme al suo complice ha sottratto gioielli e denaro per un importo complessivo di circa cinquemila euro a una donna di 83 anni. Ieri i carabinieri della compagnia di Sorrento, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica, hanno proceduto all’arresto della donna, gravemente indiziata per aver perpetrato la truffa aggravata ai danni dell’anziana signora.

LA VICENDA Il fatto è accaduto a settembre. Prima la telefonata; poi il campanello della porta. E poi ancora un’altra chiamata. All’ingresso dell’abitazione della donna, nella zona centrale della città di Sorrento, il finto corriere si è presentato con in mano un «pacco con la centralina» per il nipote. Ha chiesto in cambio una cifra pari a 4.700 euro per non far perdere al nipote un anticipo già corrisposto. La donna non ha tentennato: è andata subito a cercare i contanti, ma in casa ne ha trovati pochi. Li ha consegnati nelle mani della persona che aveva difronte. Una cifra, però, non sufficiente: 500 euro. Così il finto corriere ha insistito, chiedendo oggetti di valore.
L’anziana è andata a prendere dal suo cassetto i gioielli più preziosi: girocolli, anelli, spille, orecchini, orologi per un valore complessivo di cinquemila euro. La donna ha creduto che si trattasse di un materiale ordinato da figlio soprattutto dopo una telefonata. Per rafforzare la commedia inscenata, i malviventi hanno infatti organizzato anche una telefonata: dall’altra parte una persona si è spacciata per il nipote in cerca di aiuto. Così la nonna ha consegnato tutto. Soltanto dopo ha cominciato a ragionare sull’accaduto, come solitamente accade in questi casi. Attraverso una telefonata al nipote, a seguito dello stupore del giovane ignaro di tutto, l’anziana si è resa conto di essere stata truffata. Così ha aperto il pacco: al suo interno solo del sale. Da lì la denuncia alle forze dell’ordine. I carabinieri della compagnia di Sorrento, guidati dal capitano Ivan Iannucci, hanno avviato le indagini, coordinate dalla Procura di Torre Annunziata, che hanno consentito di giungere all’individuazione dell’autore del reato. Attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza e alcune testimonianze i militari sono risaliti alla donna, arrestata per truffa aggravata ad anziani. Il suo complice è in corso di identificazione.

Più informazioni su

Commenti

Translate »