Quantcast

Si è spento Salvatore Lucente, vicepreside della scuola media Ristori di Forcella, ha insegnato a Positano e lo aveva nel cuore

Più informazioni su

Si è spento Salvatore Lucente, vicepreside della scuola media Ristori di Forcella. Il docente è stato trovato senza vita nella Basilica dell’Incoronata a Capodimonte una settimana fa .

L’uomo si sarebbe tolto la vita spontaneamente, ma sono ignote le cause del gesto. Aveva 55 anni, abitava con la mamma anziana a Materdei ed era anche molto impegnato nel sociale.

Dolore anche a Positano in Costiera amalfitana, dove ha insegnato nelle scuole medie una decina d’anni fa, ma non aveva mai dimenticato la bellezza del nostro paese e del mare della costa d’ Amalfi

Salvatore, l’uomo, con la sua grande forza e le sue fragilità. Ricordano i lunghi Collegi, le interminabili discussioni, la disponibilità sempre dimostrata, lo spirito diplomatico; ne sentono ancora rimbombare la voce impetuosa nei corridoi e nei cortili. Sempre presente, gioioso e cordiale, innamorato del sole, del mare e di Positano.

“Ti porteremo nel cuore”
Tanti i messaggi di cordoglio e di sgomento per la fine precoce della vita di Salvatore Lucente. L’istituto comprensivo di Forcella ha ricordato il docente con un messaggio sul proprio profilo Facebook: “Arrivederci vicepreside, il suono della tua voce risuonerà sempre nella nostra scuola. Ti porteremo con noi nelle nostre giornate, quelle infinite fatte di colloqui, rimbrotti, parole scherzose con i collaboratori e pacche sulle spalle ai colleghi. Ti porterò nel mio cuore perché sei stato una spalla fidata, il mio risolutore, la pausa caffè e la voce che parla e consiglia. Mi mancherai, ci mancherai, ma continueremo nel tuo nome a donare ai ragazzi quelli che tu hai donato. Grazie di esserci stato per me, per la Ristori che sarà sempre la tua casa”.

Anche l’associazione Annalisa Durante ha voluto rendere omaggio con un post al docente: “Condoglianze sentite alla preside Stefania Colicelli, agli allievi e a tutto il corpo docente. Vi siamo vicini! “Non è possibile che sia successo così. Non è accettabile per i tantissimi che ti hanno stimato e ti hanno voluto bene. Fa molto male, non riusciamo a farcene una ragione. Ti conosciamo da sempre. Da quando è nata la nostra associazione. Tu per la scuola Ristori e per i ragazzi di Forcella hai dato tanto. Non siamo riusciti a ricambiare nel modo giusto, non abbastanza. Caro prof. Lucente, ora che sei lassù, goditi la pace di un abbraccio eterno. Condividilo con Annalisa e facci percepire il tuo sorriso sempre”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »