Quantcast

Salerno, Luci d’Artista: si parte il 26 novembre

Più informazioni su

Salerno, Luci d’Artista: si parte il 26 novembre. Ne parla Eleonora Tedesco in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Le Luci d’Artista si accenderanno venerdì 26 novembre e l’edizione 2021- 2022 terminerà il 30 di gennaio. Il cronoprogramma è all’interno del documento che gli uffici tecnici della Regione hanno inviato, tra gli altri, al Comune, per certificare il finanziamento della XVI edizione delle luminarie natalizie in città. Dal punto di vista dei costi, la Regione stanzia in totale 1 milione e 170 euro che serviranno ad acquistare il maxi albero da posizionare a piazza Portanova (oltre ad altro materiale e attrezzature per 949.999 euro) e per pagare “il personale adibito ad attività di consulenza specialistica, tutoraggio e per pagare il personal dipendente (11.839 euro)”.

La ripresa del montaggio. La data d’inaugurazione contenuta nel cronoprogramma fissato dalla Regione è una prima risposta concreta alle preoccupazione dei commercianti e dei ristoratori che avevano notato un rallentamento nel montaggio delle luminarie che era partito, invece, di gran lena negli ultimi giorni di campagna elettorale. Uno stallo che, da ieri mattina, si è interrotto perché è ripartito il montaggio anche a via dei Mercanti e al centro della città. Resta ancora l’incognita su i luoghi simbolo delle Luci d’Artista – la Rotonda e piazza Sant’Agostino in particolare – dove, tradizionalmente, si trovano le novità più attrattive. Nè si sa se nel percorso luminoso sarà coinvolta anche piazza della Libertà, magari in forma diversa rispetto a tutte le altre piazze della città.

Covid e sicurezza. Oggi al Comune è fissato un incontro per fare il punto sull’organizzazione della XVI edizione. Al di là degli allestimenti, infatti, pesa come un macigno su tutte le decisioni che saranno assunte la salita della curva dei contagi da Covid19. Una serie di misure finalizzate al controllo sulla sicurezza, anche rispetto agli assembramenti delle Luci d’artista, sono già contenute nell’invito alla manifestazione d’interesse che gli uffici tecnici del Comune hanno pubblicato la scorsa settimana (con una dotazione di 100 mila euro) per cercare operatori economici a cui affidare la “realizzazione del piano di sicurezza e del piano di impiego, così come previsto dalla normativa vigente in materia nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali in materia di contenimento della diffusione del contagio da Covid19”. Per quanto riguarda le misure legate strettamente alla sicurezza dovrà, tra l’altro, essere definita la capienza delle aree di svolgimento dell’evento valutando il massimo affollamento possibile e l’individuazione di percorsi separati di accesso all’area e di deflusso del pubblico, con indicazione dei varchi; la predisposizione di piani di emergenza, di evacuazione; la predisposizione di un numero di operatori formati con compiti di accoglienza, instradamento, regolamentazione dei flussi; la previsione di un impianto di diffusione sonora e visiva per gli avvisi e anche il controllo sul divieto di vendita di alcolici (o altre bevande) in bottiglie di vetro. La società che risponderà alla ricerca di mercato dell’Amministrazione dovrà anche predisporre “un efficace dispositivo di ordine pubblico” e “un piano della mobilità e traffico con la polizia municipale e l’ufficio Traffico e segnaletica comunale, coinvolgendo il personale di protezione civile comunale (massimo 20 unità)”. A carico della società aggiudicataria c’è anche il servizio di stewarding. Rispetto al programma di eventi collaterali e ai mercatini di Natale nessuna indicazione arriva dal sindaco Vincenzo Napoli , che ha tenuto per sé la delega alla Cultura.

Più informazioni su

Commenti

Translate »