Quantcast

Salerno: Luci d’Artista, il piano anti-Covid

Più informazioni su

Salerno: Luci d’Artista, il piano anti-Covid. Ne parla Giovanna Di Giorgio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

L’incognita resta il Covid-19. E la priorità è l’incolumità delle persone. Dunque, la parola d’ordine di Luci d’artista 2021 è sicurezza. Sin dallo start, confermato per il 26 novembre per le luminarie e annunciato per il weekend successivo per l’albero di Natale. Lungi dall’attrarre visitatori e turisti e a dispetto dell’edizione doppia della manifestazione, XV e XVI insieme, attività primaria sarà il contingentamento degli accessi e il possesso del green pass. Nei limiti del possibile, naturalmente. Si inizia, dunque, dal controllo dei passeggeri dei bus e dalla quantità di pullman accettati per ogni giorno. Il numero non è definitivo perché il piano di sicurezza non esiste ancora. A metterlo su sarà la società Omnia Service Engineering, l’unica ad aver presentato l’offerta. Ma, stando alle prime indicazioni, non dovrebbero essere più di 150 al giorno.

LA RIUNIONE A una settimana dalla prima riunione, il tavolo di concertazione inizia a dare frutti. A fare il punto della situazione con il sindaco Enzo Napoli e il suo capostaff Enzo Luciano sono gli assessori alla Sicurezza e al Turismo, Claudio Tringali e Alessandro Ferrara, il comandante della polizia municipale, Rosario Battipaglia, il dirigente del settore Mobilità urbana, trasporti e manutenzioni, Elvira Cantarella, i presidenti di Salerno Pulita, Vincenzo Bennet, e di Salerno Mobilità, Camillo Amodio. Diversi gli indirizzi messi sul tavolo. A iniziare, appunto, dalla gestione dei bus, per i quali si pensa al limite di 150 il sabato, la domenica e nei giorni festivi. L’altra novità riguarda le navette, soppresse per quest’anno. Saranno gli stessi autobus in arrivo in città a lasciare i passeggeri in centro per poi andare a stazionare fuori città, presumibilmente nel parcheggio dello stadio Arechi quando possibile, e tornare a prendere i viaggiatori a fine giornata. Per chi raggiungerà Salerno nei pullman con viaggi organizzati sarà necessario il possesso del green pass. «I responsabili dei bus dovranno rilasciare una dichiarazione in merito. Devono attestare che tutti i passeggeri di quel bus sono muniti di green pass», spiega l’assessore Ferrara. Che sottolinea: «La priorità è salvaguardare l’incolumità pubblica, con presenze contingentate».

I NODI Se sul numero dei bus e sui loro utenti un controllo può essere esercitato, più complesso sarebbe farlo per le auto: «L’utenza privata non è controllabile – spiega il sindaco Napoli – ma sarà controllabile il sistema che verrà messo in campo dal piano di sicurezza che provvederà, con steward e quant’altro, a contingentare gli accessi nei luoghi cospicui della città numerando gli accessi e disciplinando i traffici». Ciò a cui si sta pensando, infatti, è di prevedere un contapersone in aree quali la villa comunale o nelle piazze in cui si può prevedere un ingresso. Per le strade di transito più strette, come via Mercanti, si sta vagliando la possibilità di un senso unico pedonale. Di certo, si prevede un grande dispiegamento di forze dell’ordine. «Se si riduce l’ingresso – spiega Ferrara – tutto dovrebbe essere più contenuto. Magari tanta gente non si accalcherà il sabato e la domenica e si spalmerà su tutta la settimana». Quel che sembra certo è che chi arriverà in auto avrà maggiori possibilità di parcheggiare. Ai parcheggi del centro, di via Carella e via Vinciprova, si aggiungeranno quelli di piazza della Libertà: «Siamo pronti su tutto – dice Napoli. I lavori del parcheggio procedono come da cronoprogramma». In realtà, stando agli annunci di Vincenzo De Luca, dovevano essere già funzionanti da un paio di settimane. Ma tant’è. «Ci può essere qualche imprevisto – aggiunge Napoli – ma credo di no, e quindi inaugureremo anche il parcheggio della piazza insieme alle luci e poi l’albero di Natale tra il 3 e il 4 dicembre».

LA GARA Intanto, mentre è ripreso il montaggio delle luminarie in seguito all’aggiudica della gara per la XVI annualità alla ditta Artlux di Partenopoli, la stessa che si è aggiudicata anche l’annualità numero XV, sta per concludersi anche l’aggiudica della realizzazione del piano di sicurezza e di impiego che dovrà recepire tutti gli indirizzi dell’amministrazione per poi essere approvato dalla Prefettura. A essere ammessa alla fase finale della procedura è la società Omnia Service Engineering, unica ad aver presentato l’offerta.

Più informazioni su

Commenti

Translate »