Quantcast

Salerno: le “Luci d’Artista” salve, affidato il piano sicurezza

Più informazioni su

Salerno: le “Luci d’Artista” salve, affidato il piano sicurezza. Lo scrive Domenico Gramazio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

L’edizione 2021-2022 di Luci d’Arista è salva, aggiudicata la gara d’appalto per l’affidamento del Piano per la sicurezza della kermesse dal 26 novembre al 15 gennaio. A vincerla è stata lo Studio Kls, società salernitana, spuntandola sulla Omnia Service. Con un appalto da 100mila euro si garantirà il rispetto delle norme anti-covid per tutta la durata della manifestazione, prevedendo anche l’assunzione – a tempo determinato – di circa 40 persone.

L’aggiudica. Dopo la prima gara annullata, per le documentazioni che non erano state presentate dall’unico operatore economico che aveva risposto e aveva presentato un’offerta con ribasso, ieri pomeriggio è arrivata la fumata bianca che, di fatto, salva l’edizione numero 15 di Luci d’Artista. Lo Studio Kls ha avuto la meglio sulla Omnia Service e ora, a stretto giro, dovrà mettere a punto il Piano per far partire la manifestazione il prossimo 26 novembre. Infatti, bisogna chiudere tutte le procedure in modo che anche la Prefettura possa dare il via libera e in tempo per la partenza programmata dal Comune per l’ultimo venerdì di questo mese.

Il giro d’affari. Per il Piano per la sicurezza durante Luci d’Artista sono stati messi a bilancio 120 mila euro, dei quali 100 mila destinati alla società che ha vinto la gara d’appalto nel pomeriggio di ieri. Altri 20 mila euro, invece, sono destinati ai servizi offerti dai Vigili del fuoco del comando provinciale di via Sant’Eustachio. Nel complesso, per l’edizione di quest’anno, come si legge dai calcoli riportati nelle determine, saranno spesi 63.400 euro per il noleggio di opere artistiche; 119.549 euro per l’acquisto ‘di figure luminose’; 149.281 euro per il montaggio, la manutenzione e lo smontaggio ‘delle figure luminose di proprietà comunale’; 109.295 euro per il potenziamento del trasporto pubblico su ferro. Bisogna poi aggiungere altri 120 mila euro per l’acquisto dell’albero di Natale che sarà posizionato a piazza Portanova (e inaugurato tra il 3 e il 4 dicembre) e varie altre voci che portano a un milione 700mila euro la spesa complessiva per tutto l’arco della manifestazione ideata da Vincenzo De Luca.

Controlli anti-covid. Quaranta assunzioni per un servizio che durerà fino al 15 gennaio prossimo, in base a fasce orarie precise e tenendo conto dei giorni festivi e dei fine settimana dove si concentra il maggiore afflusso di visitatori in città. Il Piano dello Studio Kls, società con sede in via dei Principati, sarà realizzato a stretto giro, ma è chiaro che esiste la necessità di ridurre al minimo le possibilità di diffondere il contagio da Covid19. Quindi, saranno potenziati i controlli ed evitate concentrazioni eccessive di folla. L’acceso dei bus sarà a numero chiuso e i passeggeri che arriveranno in città con comitive organizzate dovranno garantire tutti di avere il green pass o la documentazione alternativa.

Per controllare gli ingressi in Villa comunale ci saranno ovviamente i contapersone e gli steward della società aggiudicataria dell’appalto che dovranno essere dislocati lungo tutti i percorsi pedonali organizzati a senso unico. Insomma, l’insieme delle linee del piano è finalizzato a “immunizzare” anche la manifestazione, per quanto è possibile perché ci saranno comunque tanti visitatori che vorranno arrivare con mezzi privati da ogni parte della Campania ma non solo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »