Quantcast

Salernitana-Juventus: il club Juventus Positano domani all’Arechi nel ricordo di Andrea Fortunato

Salernitana-Juventus il club Positano domani all’Arechi nel ricordo di Andrea Fortunato.

Generico novembre 2021

Le due squadre si rincontrano dopo 22 anni. Sono solo quattro i precedenti tra le due squadre: due successi bianconeri, uno campano ed un pareggio.

Al minuto 3 che era il numero della sua maglia, entrambe le tifoserie dedicheranni un coro e degli striscioni a questo giovane angelo, volato in cielo prematuramente dopo una lunga malattia nel 1995.
Ciao Andrea

Il calciatore, originario proprio di Salerno, (Salerno, 26 luglio 1971 – Perugia, 25 aprile 1995) ha giocato in diverse squadre nel ruolo di difensore.
Considerato tra i più promettenti terzini italiani dei primi anni 1990 nel corso della sua breve carriera ebbe tempo di vestire le maglie di Como, Pisa, Genoa e Juventus oltreché della nazionale, prima di morire a ventitré anni per le conseguenze di una leucemia.
Nato da una benestante famiglia della borghesia salernitana, Andrea poté intraprendere la carriera agonistica solo dopo la promessa fatta ai genitori di proseguire gli studi, «perché nel calcio non si sa mai», diplomandosi in ragioneria nell’eventualità di una mancata affermazione come giocatore.
Andrea Fortunato era un ragazzo che giocava terzino sinistro. Un ruolo da turbodiesel. Uno che con la maglia numero tre deve andare, palla al piede, dall’altra parte del mondo, superando ogni ostacolo, finché il campo finisce. […] Fortunato era uno di quelli che ci arrivava spesso, sulla linea di fondo, con la forza della sua gioventù e la bandiera dei suoi lunghi capelli al vento.»

Commenti

Translate »