Quantcast

Ringraziamenti alla TIN dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia

Ringraziamenti alla TIN dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia da parte di una nostra lettrice.
Questa è un’altra bella testimonianza sulla sanità locale, che è fatta anche di eccellenze.

Scrivo per ringraziare a distanza ormai di cinque mesi, tutte le persone che lavorano con passione e dedizione nel Reparto di terapia intensiva Neonatale dell’ospedale San Leonardo di Castellammare.
Domani è la giornata mondiale della prematurità e voglio ricordare il lavoro che svolgono ogni giorno salvando piccole vite, compresa quella di mia figlia.
Grazie a voi ogni giorno posso baciare e tenere tra le mie braccia il mio piccolo miracolo di 650 gr.

❤️

Che cosa è la TIN

Tin è l’acronimo di Terapia intensiva neonatale ed è il reparto in cui vengono curate le patologie mediche e chirurgiche del neonato pretermine o giunto a termine di gravidanza. È paragonabile a una terapia intensiva dell’adulto in cui però sono ricoverati i neonati.
Non tutti gli ospedali sono dotati di questo reparto, perché al loro interno non sempre si trovano tutte le specialità necessarie per assistere i piccoli pazienti. In più, negli anni si è cercato di creare pochi centri specializzati in modo da accumulare esperienza nella cura dei neonati e aumentare le probabilità di una loro sopravvivenza senza invalidità.
All’interno della Terapia intensiva neonatale si curano tutte le patologie che possono colpire i neonati, in modo da offrire loro un’assistenza completa.
«Il reparto è dotato di strumentazioni altamente tecnologiche, come monitor, respiratori meccanici e pompe di infusione, che sono indispensabili per tenere in vita i piccoli pazienti che hanno delle immaturità a livello di funzionamento di organi e apparati; immaturità che sono tanto più gravi quanto prima è avvenuta la nascita rispetto alla data presunta del parto».

Commenti

Translate »