Quantcast

Piano di Sorrento ricorda le vittime del terremoto del 1980. Alle 19.34 il suono delle sirene dei mezzi di soccorso

Piano di Sorrento ha ricordato questa sera il terremoto del 23 novembre 1980. Dopo la celebrazione eucaristica nella Basilica di San Michele Arcangelo il corteo dei partecipanti ha raggiunto la lapide nei giardinetti di Via delle Rose, sul cui marmo sono incisi i nomi delle dieci vittime carottesi. Dieci cittadini che quella sera di 41 anni fa trovarono la morte sotto le macerie. In tanti hanno partecipato al ricordo, dai più anziani ai tantissimi ragazzi che hanno sentito solo parlare di quel tragico terremoto e lo hanno conosciuto attraverso la testimonianza dei genitori e guardando le foto dell’epoca.
Alla commemorazione erano presenti il sindaco Salvatore Cappiello, il vicesindaco Giovanni Iaccarino ed altri componenti dell’amministrazione comunale. Presenti anche i Vigili del Fuoco ed i volontari della Protezione Civile. Dopo un momento di preghiera e raccoglimento, alle 19.34, ora del sisma, le sirene dei mezzi di soccorso hanno squarciato il silenzio con un suono che andando dritto al cuore di tutti i presenti, struggente e doloroso allo stesso tempo.
Una cerimonia molto sentita a dimostrazione che Piano di Sorrento non dimentica.

Piano di Sorrento ricorda le vittime del terremoto del 1980. Alle 19.34 il suono delle sirene dei mezzi di soccorso

(video di Lucio Esposito – foto di Domenico Cinque)

Commenti

Translate »