Quantcast

Piano di Sorrento, l’hub vaccinale di Villa Fondi verso la chiusura ? Ma il Covid non è passato , ci vuole lo screening

Si chiuderà  l’hub vaccinale di Villa Fondi?  Stando ai rumors l’amministrazione Cappiello avrebbe intenzione di toglierlo a fine dicembre, cioè fra meno di due mesi, sembra che ci siano stati dei colloqui con Formisano , ma non sappiamo altro . Questi gli interrogativi sulla bocca degli addetti ai lavori e degli stessi cittadini disorientati da un evidente e non giustificato rallentamento delle attività vaccinali in quello che fino a poco tempo fa era un esempio di efficienza vaccinale nell’ambito dell’Asl na 3 Sud. A dirlo non è solo Positanonews ma la rivista specializzata nel settore “Tutto Sanità” di Gaetano Milone, Villa Fondi come esempio per la provincia di Napoli e della Campania, rischia di chiudere ed i carottesi potrebbero essere spostati anche fin anche a Castellammare di Stabia per fare i vaccini , dove ci sono già file enormi, o Sant’Agata a Massa Lubrense di cui non sappiamo nulla, a Vico Equense stanno facendo le terze dosi in ospedale, riteniamo improbabile che Sorrento possa fare lo stesso per tutta la Penisola Sorrentina .  A Vico l’amministrazione di Peppe Aiello continua nella scia precedente, a Piano con il cambio dell’amministrazione Cappiello ci si deve ancora organizzare,  magari una sintesi fra Maurizio Gargiulo, la Arnese e Marco d’ Esposito per cominciare dai più piccoli , come stiamo scrivendo da un mese quasi tutti i giorni riteniamo necessario uno screening, in primis quello dei tamponi salivari generalizzato, su base volontaria, per le scuole.  Poi anche altro, se non andiamo errati a Piano dovrebbero essere andati in dotazione un migliaio di test dalla MSC di Aponte, ma andiamo a memoria. Ci vorrebbe anche  una giornata di screening per gli adulti e le categorie,  come pure open day  promossi e pubblicizzati per spingere con le terze dosi dei vaccini, e maggiore informazione, a Piano ci si ritrova a dover riorganizzare tutto, probabilmente anche la Protezione civile , che ha un ruolo cruciale e anche la squadra amministrativa, prima composta dal sindaco Vincenzo Iaccarino e Gabriele Di Filippo, con il forum dei giovani anche esso da rifondare in pratica, in attesa della nomina del nuovo presidente. Ma Positanonews sta scrivendo da settimane sulla tematica coronavirus Covid – 19, a quanto pare chiunque è addentro la materia la pensa come noi , leggiamo  cosa scrive Gaetano Milone

Il coronavirus purtroppo non ci abbandona, stiamo ancora in emergenza, non pochi sono i casi registrati in penisola sorrentina in questi ultimi giorni.

A parlare a cuore aperto un medico vaccinatore che evidenzia le sue perplessità riguardo il centro vaccinale di Villa Fondi che vede non solo ridotte le ore a disposizione per la somministrazione dei vaccini ma anche la chiusura dell’info point.

Inevitabile il disorientamento dovuto alla scarsa informazione e di conseguenza alla non conoscenza delle modalità e della tempistica dei piani vaccinali. Senza la dovuta e opportuna comunicazione i numeri delle persone che richiedono il vaccino diminuisce e l’Amministrazione comunale carottese già inizia a pensare di recuperare tutti gli spazi della Villa per averne la piena fruibilità.

Intanto si apprende da più fonti che Il neo Sindaco di Piano di Sorrento Salvatore Cappiello e il dott. Maurizio Gargiulo abbiano contattato la direttrice del distretto Asl Napoli 3 Sud, dott.ssa Grazia Formisano, per garantire fino a dicembre il polo vaccinale a Villa Fondi in attesa di soluzioni alternative.

A tutto questo si aggiunge, in questo ultimo periodo, coincidente con l’apertura delle scuole, una cattiva informazione riguardo i dati relativi ai contagi che non sempre vengono trasmessi in maniera repentina.

Quando la situazione epidemiologica non viene aggiornata e non c’è controllo, non bisogna meravigliarsi nel vedere i familiari dei contagiati girare liberamente tra le strade o nei locali della città. La penisola sorrentina sembra addirittura diventata zona franca.

Senza uno screening si rischia di contribuire alla diffusione del Covid inconsapevolmente mettendo a rischio la vita delle persone che abbiamo accanto abitualmente e non.

Commenti

Translate »