Quantcast

Oggi al via la 14a edizione del Premio Andrea Parodi

Cagliari – Oggi prende il via la 14a edizione del Premio Andrea Parodi, le finali, infatti, come da programma, erano previste per venerdì 12 e sabato 13 novembre alle ore 20:00 al Teatro Si’ e Boi di Selargius (Cagliari). A contendersi la vittoria nel principale contest europeo di world music saranno Ayom (da Toscana / Brasile / Angola / Portogallo), Francesco Forni (Campania / Lazio), Matteo Leone (Sardegna), Elliott Morris (Regno Unito), Sorah Rionda (Cuba / Veneto), Siké (Sicilia), Terrasonora (Campania), Yarákä (Puglia). In veste di ospiti saliranno sul palco Anna Tifu (che riceverà il Premio Albo d’oro), i Fanfara Station e Still Life. A presentare la manifestazione, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda, saranno Gianmaurizio Foderaro e Ottavio Nieddu mentre media partner dell’evento è Rai Radio1. Il Premio nasce per rendere omaggio a Andrea Parodi (foto in basso), importante artista sardo di world music, scomparso 15 anni fa ed è realizzato dall’omonima Fondazione. Le due serate sono a ingresso libero con presentazione del green pass e registrazione obbligatoria al numero 070-657428 o alla mail info@boxofficesardegna.it In quest’occasione ci piace menzionare il duo siculo portoghese “Still Life” che con il brano “Tempo” ha vinto la 13° edizione del Premio Andrea Parodi e ad Aversa il Bianca d’Aponte International (17° ediziona del Premio Bianca d’Aponte Città di Aversa). “Still life” è un progetto musicale italo/portoghese con sede a Barcellona, formato dalla cantante Margherita Abita e dal violinista João Silva, due giovani e talentuosi artisti che, come raccontano in più di un’intervista, hanno incrociato le loro strade per puro caso. Lei, siciliana, era a Porto proveniente dal Cammino di Santiago, lui, invece, era nella cittadina portoghese con la sua band, in Rua da Alegria il destino ha voluto che per puro caso si conoscessero ed è nato così questo sodalizio musicale che sta dando grandi soddisfazioni a entrambi. Margherita e João hanno chiamato il loro duo “Still life” giocando sul doppio significato che quest’espressione ha nella lingua inglese dove può essere adoperata per indicare la “natura morta” delle arti figurative, che per i due musicisti è rappresentata dai cavi, fili elettrici, spinotti, microfoni, aste insomma gli strumenti lasciati sul palco vuoto, ma “still life”, tradotto letteralmente vuol dire anche “c’è ancora vita”, infatti al musicista è affidato il compito di ridare vita a questa “natura morta musicale”. Infine è bello scoprire che una ragazza di Levanzo nelle isole Egadi incontri un ragazzo di Porto, dall’altra parte della penisola iberica ed insieme riescano a fondere e contaminare la melodia siciliana con l’armonia portoghese, la malinconia del Fado con la passione sicula dando vita ad una world music molto interessante ed è con questo spirito che si potrà costruire un’Europa veramente unita.
A cura di Luigi De Rosa

Premio Bianca d’Aponte: http://www.premiobiancadaponte.it

Premio Andrea Parodi : http://www.premioandreaparodi.it/

Generico novembre 2021
Andrea Parodi (1955 -2006)

Commenti

Translate »