Quantcast

Napoli, a San Gregorio Armeno arrivano le statuine dei Re Magi con il Green Pass

Napoli. Nella via di San Gregorio Armeno tutto è pronto in vista del prossimo Natale e, come ogni anno, gli artisti del presepe regalano qualche novità. Quest’anno hanno voluto sdrammatizzare in modo ironico il periodo che stiamo vivendo, purtroppo ancora segnato dall’emergenza sanitaria ed hanno pensato di introdurre nel tradizionale Presepe napoletano le figure dei Re Magi con il Green Pass. Dopotutto per i tre Re Magi il Green Pass era obbligatorio considerato che, per raggiungere la grotta della Natività, dovranno percorrere un lungo viaggio. Ed anche il loro Green Pass ha una scadenza, ovvero il 6 gennaio.

Il maestro Marco Ferrigno, che li ha realizzati, ha così commentato: «Sul mio profilo Instagram non tutti hanno visto di buon occhio questa iniziativa e le critiche non sono mancate. Ci sono state accuse forti, anche pesanti, tuttavia io ho sempre portato avanti il mio progetto, ossia quello di proporre la mia arte con ironia, portando in scena anche situazioni della vita attuale. Eppure non ho fatto niente di diverso dal solito, attualizzare il presepio introducendo personaggi o situazioni del momento. L’anno scorso misi la mascherina ai Re Magi, quest’anno li ho dotati di Green Pass. E’ solo un messaggio ironico, nessuna volontà di fare polemica. Anzi l’unico nostro intento era quello di stemperare certe tensioni che esistono. Nulla di più. San Gregorio Armeno del resto è la stradina delle novità e anche della realtà portata in scena con statuette e caricature di personaggi famosi. La nostra arte va oltre le accuse o le posizioni politiche in quanto non è arte provocatoria, ma semplicemente arte che, con piccole novità, cerchiamo di riproporre in chiave moderna».

Commenti

Translate »