Quantcast

Minori. superiorità del basalto rispetto al porfido e al catrame

Minori, Costiera amalfitana La superiorità del basalto (o basolato) rispetto all’asfalto (bisognoso di continue stesure e poco resistente ai “moderni” temporali) è confermata da Erri de Luca (corriere del mezzogiorno del 28.11). Lo scrittore conferma la resistenza di questi blocchi lavici che hanno sopportato terremoti, invasioni, passaggi di mezzi pesantissimi e sono sotto i piedi da oltre mille e cinquecento anni.
Buona parte dei centri della costa amalfitana è stata fino al secolo scorso pavimentata a basalto, anche senza sostituzione; in alcune strade hanno subito la traformazione sovrapponendo o manti di asfalto o stese di anonimi cubetti di porfido, che, nel caso della nostra costa, sono senza storia.
Minori (per parlare di casa nostra) ne è piena: se facessimo dei piccoli saggi scopriremmo la pavimentazione in basalto, abbastanza intatta particolarmente negli storici vicoli. Abbiamo esempi di tale pavimentazione (eccellente sotto il profilo turistico e storico) per tutto il centro storico ( le principali piazze); una delle ultime amministrazioni comunali ripavimentò il corso principale per posizionare intelligentemente blocchi di basolato.
Se solo si volesse continuare l’opera di rifacimento si raggiungerebbe l’optimum della perfezione storica, particolarmente nei vicoli che circondano il monumento archeologico romano.
Queste sono operazioni, come alcune altre, da progettare, accantonando dubbi trafori e passeggiate semiprivate. Confidiamo in questa amministrazione comunale “regnante”,(per non essere seconda a altre precedenti) che sta dando soddisfacenti segnali di interesse e riguardo per la storia., Anche questi accorgimenti contribuiscono a determinare la propensione turistico-culturale di un borgo, se è vero che intendiamo “tutti” a portare Minori nel mondo del turismo culturlae (che rende) associato a quello paesaggistico- balneare.

Commenti

Translate »