Quantcast

Massa Lubrense, sul project financing a Marina della Lobra una storia infinita partita male

Massa Lubrense, sul project financing a Marina della Lobra una storia infinita partita male. Il porto avecs bisogno di una riqualificazione na non così invasiva . Era l’epoca dei progetti portuali della Regione Campania a Marina di Cassano a Piano di Sorrento andò bene perché grosso modo confacente con i luoghi, qui vi fu un progetto tropoo invasivo con l’opposizio e di WWF e cittadini. Ora vince il Comune, niente risarcimento da cinque milioni di euro, ma rimane l’amarezza per non aver realizzato un progetto che era già agli ayti del Comune stesso. Sul project financing del porto di Marina della Lobra anche il Tribunale delle imprese di Napoli ha sancito la correttezza dell’operato del Comune di Massa Lubrense. Nella causa intentata dalla Società Marina Lobra srl contro l’ente di piazza Vescovado, con una richiesta di risarcimento del danno di 5 milioni di euro, è arrivata la sentenza. Il Tribunale delle Imprese ha sancito la grave inadempienza contrattuale della società, sciogliendo la convenzione tra le parti.

Due i motivi che hanno portato alla decisione. Il primo è che il progetto redatto non era conforme ai vincoli idrogeologici e quindi non era idoneo. Il secondo lo stralcio proposto non si poteva presentare perché la convenzione prevedeva un progetto completo della zona del litorale Chiaia. Il Tribunale ha dichiarato questi due inadempimenti gravi e non accolto la richiesta di risarcimento.

Accolte in pieno le tesi della difesa del Comune di Massa Lubrense che è stata sostenuta dagli avvocati Paolo Vosa e Gianvincenzo Esposito. Nessun risarcimento dei danni è stato riconosciuto al Comune di Massa Lubrense mentre la società Marina Lobra è stata condannata al pagamento delle spese di giudizio di 9mila euro oltre ai costi accessori.

Questo il commento del sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli: “Abbiamo sempre sostenuto la correttezza del comportamento della nostra amministrazione comunale. Questa considerazione non è autoreferenziale ma è stata sancita in diversi gradi dalla giustizia amministrativa e oggi da quella civile. Purtroppo è stata sciupata una grande opportunità di rilancio per l’area di Marina della Lobra. In questo senso stiamo operando per recuperare il tempo perduto. Insieme alla Regione Campania stiamo lavorando per un nuovo progetto che preveda un porto pubblico con l’ampliamento dell’area portuale”.

Commenti

Translate »