Quantcast

Maltempo a Cava de’ Tirreni: cede il terreno a San Martino, il fango invade Via Angeloni

Maltempo a Cava de’ Tirreni: cede il terreno a San Martino, il fango invade Via Angeloni. Lo scrive Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Nuovo smottamento nelle frazioni: le piogge incessanti causano il cedimento di un terreno in via Leonardo Angeloni, in località San Martino, e riaccendono i riflettori sulla necessità sempre più urgente di mettere in sicurezza le aree critiche del territorio e adottare significative misure di prevenzione del rischio idrogeologico.

Le bombe d’acqua che si stanno abbattendo in città in questi giorni, infatti, hanno causato l’ennesimo smottamento che ha visto, per tutta la giornata di ieri, impegnati gli agenti della polizia locale, i volontari della Protezione civile e gli uomini dei Vigili del fuoco sul versante do località San Martino, dove le piogge hanno causato il significativo cedimento di un’area agricola a bordo strada che ha comportato il crollo terriccio, sterpaglie e alberi sulla carreggiata di via Leonardo Angeloni.

Lo smottamento, fortunatamente, non ha coinvolto le auto di passaggio ma, tuttavia, ha creato non poche problematiche al transito dei veicoli rendendo necessaria l’interdizione del tratto e tempestive attività di rimozione dei detriti dalla strada.

L’episodio si è verificato ad appena venti giorni dopo un altro cedimento significativo, quello di via Bonazzi in località Pietrasanta della zona Badia, quando – sempre a cause delle forti piogge – il muro di contenimento della strada non aveva retto e mattoni e detriti erano precipitati sul terreno agricolo sottostante aprendo una vera e propria voragine sulla carreggiata.

Fondamentale è, a questo punto, potenziare le attività di prevenzione e se già nelle scorse settimane, con apposita ordinanza, il sindaco Vincenzo Servalli aveva sollecitato i proprietari di terreni e fondi agricoli prospicienti sulla pubblica strada ad apportare tutti i necessari interventi di manutenzione e bonifica delle aree per evitare smottamenti, si sta valutando ora la possibilità non solo di predisporre un numero verde per le segnalazioni emergenziali – così come proposto dagli esponenti locali del Partito Socialista non più tardi di due settimane fa – ma anche di allestire una task force per il monitoraggio costante delle aree considerate maggiormente a rischio smottamento. «Nel ritenere particolarmente complesso il controllo costante di tutto il territorio – scrivono al sindaco i socialisti – riteniamo utile sensibilizzare la cittadinanza per la segnalazione di ogni alterazione dei tratti stradali attraverso l’istituzione di un numero verde dedicato. La task force, valutati gli opportuni provvedimenti in ordine a quanto rilevato sul territorio, dovrà comunicare alla cittadinanza le azioni intraprese e le indicazioni prudenziali sulla circolazione durante gli intensi eventi meteorologici».

Commenti

Translate »