Quantcast

“La Zanzara” che se la prende con l’avvocato Andrea Carrano di Amalfi, ma c’è omonimia che si poteva risolvere con Positanonews

Più informazioni su

“La Zanzara” che se la prende con l’avvocato Andrea Carrano di Amalfi, ma c’è omonimia che Positanonews poteva risolvere

La Zanzara programma Avvocato Andrea Carrano

L’avvocato Andrea Carrano, presidente degli avvocati della Costiera amalfitana ,  ci ha girato la mail che ha inviato alla redazione  “La zanzara” in relazione al programma radiofonico del 01.11.21. “Il  programma “La Zanzara” non ha risalito al suo interlocutore radiofonico autoqualificatosi come avvocato Carrano  (omonimo) con il quale ha inscenato la ormai nota  indecente scenetta, evitando di tirarmi in ballo. Dalla foto che positanonews ha pubblicato nel 2009, a corredo dell’ articolo che raccontava la elezione a presidente dell’associazione avvocati Costiera amalfitana e quelle ricavabili dai social si evince chiaramente che esistono due avvocati Andrea Carrano e che, pertanto, si correva il rischio, così come poi è avvenuto, di trascinare nella vicenda, persone,  completamente estranee alla  “performace” che, tra l’altro, a ben vedere, lede gravemente anche la dignità della stessa avvocatura salernitana laddove il giornalista definisce il collega omonimo “avvocato dei miei stivali”..

In merito all’imbarazzante performance radiofonica dell’ “avvocato Carrano, per servirla”, il sottoscritto avvocato Andrea Carrano, con studio in Amalfi (SA) in Piazza Spirito Santo, n.9, ex presidente dell’associazione forense della Costiera Amalfitana, omonimo del personaggio ospite della vostra trasmissione, invita la redazione a rettificare immediatamente e a dare risalto allo spiacevole caso di omonimia che, per i contenuti della “performance” radiofonica, rimbalzata in rete e divenuta virale tra i professionisti locali, lede non poco la dignità e la professionalità del sottoscritto. Ad Amalfi esistono due avvocati che si chiamano Andrea Carrano, uno è quello che vi ha contattato, l’altro è il sottoscritto, al quale, citando un articolo trovato in rete del 2009, avete agganciato il personaggio che ha partecipato alla trasmissione, rendendo lo stesso identificabile con il sottoscritto che nulla c’entra con la vicenda. Uno scambio, anzi una sovrapposizione di persona, facilmente evitabile soprattutto da giornalisti esperti quali siete,  di cui si chiede immediata rettifica. “

Più informazioni su

Commenti

Translate »