Quantcast

Il Vico batte la Costa d’Amalfi tra le polemiche, mister Ferrara guarda al futuro

Dopo la combattuta vittoria di sabato, abbiamo chiesto a mister Ferrara due parole a freddo riguardo a quanto visto al “Comunale”.
“Abbiamo avuto qualche problema in avanti ma voglio complimentarmi con i ragazzi – esordisce il Mister -. Nonostante l’uomo in meno, per quasi un tempo, hanno dimostrato di essere un gruppo compatto con tanta voglia di combattere e vincere una partita che si era messa in salita! Il nostro motto è: Scavare nella caverna, tutti insieme, un centimetro alla volta, fino a vedere la luce!”. Numerose polemiche hanno seguito la partita, cosa ne pensa? “Io penso che è stata una bellissima partita al di là degli episodi. Era difficile capire con precisione se nel primo goal la palla era entrata completamente e soprattutto valutare il parapiglia in area di rigore all’ultimo. Gli arbitri sono chiamati a decidere in una frazione di secondo. Ne dobbiamo tener conto e aiutarli. Inoltre anche in serie A, nonostante il VAR, ogni domenica sentiamo parlare di qualche errore. Questo è il calcio!”. Mister cosa ne pensa invece del Costa D’Amalfi? “Il Costa D’Amalfi ha un’ottima squadra, composta da tanti giovani. Hanno combattuto anche loro fino alla fine. Mi complimento con loro e gli faccio un in bocca al lupo.” Per concludere, un pensiero sulla prossima avversaria del Vico e cioè la Scafatese. “Per me le squadre sono tutte uguali e nel nostro girone, sono tutte ben organizzate. I miei ragazzi devono affrontare tutte le squadre con il massimo della concentrazione e soprattutto devono divertirsi. Nello specifico comunque, la Scafatese è una delle big del nostro girone. Ha allestito una squadra per vincere e se pur ha rallentato nell’ultimo turno, non significa nulla. Anzi, i calciatori della Scafatese saranno ancora più arrabbiati e vogliosi di riscattare la sconfitta con il San Marzano. Quello che voglio dai miei è una bella prestazione al di là del risultato”. Conclude mister Ferrara. “Nonostante il risultato quello che conta di più per me è la prestazione. Per fare una buona prestazione, infatti, è fondamentale il lavoro. Il mio motto è: lavoro, lavoro, lavoro. Soltanto così possiamo portare avanti il nostro progetto, fatto per dar luce ai nostri ragazzi, così come è avvenuto per Sannino, a cui faccio i migliori auguri! Con il lavoro inoltre permetteremo anche alla società di crescere e dire la sua in categorie durissime come le nostre. Voglio ringraziare proprio la società che mi sta facendo lavorare con la massima tranquillità e in particolare il DS Guidone, sempre presente e pronto ad ascoltare tutte le mie richieste. Un ringraziamento speciale anche al mio staff per il costante aiuto e supporto in questa avventura!”.

Commenti

Translate »