Quantcast

Dal Messico a Positano, il giornalista Leonel Cantu sul covid: “Dovremo conviverci, non passerà nel 2022”

8 novembre 2021. Era proprio questa la data indicata dalla Casa Bianca per la caduta delle restrizioni all'ingresso negli Stati Uniti per i viaggiatori internazionali. Intervistiamo un giornalista messicano che vive negli USA

8 novembre 2021. Era proprio questa la data indicata dalla Casa Bianca per la caduta delle restrizioni all’ingresso negli Stati Uniti per i viaggiatori internazionali. Dunque riaprono i confini, chiusi dal 2020 per l’emergenza Covid, per chi arriva da Europa, Cina, India, Brasile e Sudafrica, sia per turismo che per motivi di studio o di lavoro. Bisognerà però essere pienamente vaccinati con uno dei sieri approvati dall’Organizzazione mondiale della sanità ed esibire un test negativo effettuato entro 72 ore dalla partenza, secondo quanto indicato dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Leonel cantu giornalista messicano a positano

A Positano abbiamo avuto l’opportunità di ascoltare le parole di Leonel Cantu, ex giornalista messicano, che ora vive a New York negli USA,  che ci ha potuti aggiornare sull’andamento della pandemia in America, in termini di vaccini e riaperture: La situazione ora è più calma e rilassata – racconta Leonel. Oggi abbiamo aperto i confini internazionali, le persone possono finalmente attraversare Stati Uniti con la carta di vaccinazione. Negli Stati Uniti è migliorata la situazione. In Messico, non è come negli Stati Uniti dove la situazione è migliorata grazie ai vaccini.

In generale Leonel ci racconta che seppure ora vi siano meno restrizioni, saremo costretti a portarci dietro questo virus per molti anni ancora. Dovremo conviverci, anche se il contagio va man mano migliorando grazie ai vaccini.

Commenti

Translate »