Quantcast

Da Sorrento a Positano e Amalfi una domenica con l’afa un anticipo dell’estate di San Martino, ma domani arriva la pioggia previsioni

Da Sorrento a Positano e Amalfi una domenica con l’afa un anticipo dell’estate di San Martino, ma domani arriva la pioggia. Dalla Costiera amalfitana alla Penisola sorrentina ci si è svegliati con un’aria calda di “scirocco”, ma non sarà così tutta la settimana . Nel tratto di mare che separa la Sardegna dalle isole Baleari è presente l’ennesimo ed insidioso ciclone mediterraneo che guasterà ulteriormente il tempo su molte regioni d’Italia già all’inizio della nuova settimana. Questo elemento di disturbo sarà inoltre bloccato nel suo possibile movimento verso levante da una figura antagonista, un’alta pressione per capirci meglio, proiettata verso il centro Europa, ma che riuscirà in parte a far sentire la sua marginale e positiva influenza su alcuni tratti del nostro Paese.

La nuova settimana infatti si aprirà con un lunedì 8 Novembre nel segno dell’instabilità caratterizzata da frequenti rovesci temporaleschi anche di forte intensità in particolare al Centro Sud e sulle due Isole Maggiori. Il ciclone verrà poi di fatto bloccato dall’alta pressione sia ad est che a nord, rimanendo per questo motivo semi-stazionario o spinto verso il basso e attivo grossomodo sempre sulle stesse zone. Qualche pioggia è attesa in mattinata anche su Lombardia centro orientale e al Nord Est anche se su queste zone abbiamo visto come si farà sentire maggiormente l’influenze anticiclonica.

A conti fatti questo contesto meteorologico ci accompagnerà per gran parte della settimana quando l’Italia si troverà praticamente divisa in due. Il tempo peggiore lo troveremo ancora una volta su Sicilia e Sardegna con piogge che raggiungeranno di fatto anche tutto il Centro Sud; mentre al Nord avremo una maggior stabilità atmosferica. Qui, complice un soleggiamento più deciso durante le ore centrali della giornata sperimenteremo una sorta di Estate di San Martino (11 novembre): quel periodo piuttosto mite proprio nel cuore dell’autunno. Le temperature massime raggiungeranno infatti punte intorno ai 14-15°C al pomeriggio, poi però dopo il tramonto, a causa del cielo sereno che favorisce la dispersione del calore verso lo spazio, i valori termici crolleranno intorno allo zero nelle principali città della Val Padana, come Milano, Torino, Venezia e Bologna. Qui maggiori dettagli.

Se tutto verrà confermato poi, entro la fine della settimana e per la precisione da venerdì 12 novembre, l’alta pressione delle Azzorre proverà ad allungarsi dall’Europa occidentale verso nostro Paese nel tentativo di regalarci più sole stavolta su buona parte delle regioni.

Commenti

Translate »