Quantcast

Costiera amalfitana, dati Istat: cala la popolazione ad Amalfi, Positano e Maiori

Fanno riflettere i dati del bilancio demografico Istat gennaio-agosto, che che registra 2.725 abitanti in meno sul territorio salernitano. Alessandro Mazzaro sul quotidiano “Il Mattino” affronta il tema, con una disamina dell’andamento demografico nei comuni della provincia di Salerno. La Costiera Amalfitana da gennaio ad agosto ha perso per strada lo 0,3% della sua popolazione, pari a 117 persone. Unico Comune della Divina con il segno più insieme a Tramonti è Praiano (+16%). Saldo negativo per Amalfi (-38), Maiori (-36) e Positano (-26).

Lo spopolamento in provincia di Salerno, dunque, rallenta ma non si arresta – scrive Il Mattino. Un bicchiere mezzo pieno se poniamo a confronto al cifra odierna con quella del 2020, annus horribilis dell’ultimo triennio con un crollo di 6mila abitanti (nei primi 8 mesi si era già a – 4076). A frenare l’inesorabile discesa è il saldo migratorio, vale a dire la differenza fra i nuovi residenti e coloro che si sono trasferiti fuori provincia, tornato positivo per 7 mesi su 8, con un picco di +169 nuove iscrizioni all’anagrafe nel mese di marzo. Diametralmente opposto il dato che emerge dal saldo naturale, frutto della differenza fra nati e morti, in negativo dal settembre 2019, ultimo mese in cui i nati superarono i decessi di 53 unità. La conferma di una tendenza in atto molto tempo prima della pandemia e legata ad un tasso di natalità in costante calo. Basti pensare che la media dei nuovi nati in provincia nel periodo gennaio-agosto è di 621 al mese mentre nel 2020 è stata di 663 nati al mese.

Commenti

Translate »