Quantcast

Coronavirus: ancora gravi le condizioni di Mattias, l’undicenne di Gragano intubato al Santobono

Coronavirus: ancora gravi le condizioni di Mattias, l’undicenne di Gragano intubato al Santobono. Fragile, con qualche chilo di troppo e con un forte raffreddore che durava da giorni. Mattias, bambino di undici anni, è stato ricoverato al Santobono di Napoli per complicanze dovute al Covid-19.

Lunedì mattina il bambino, a seguito di uno stato influenzale che perdurava da giorni, con raffreddore e tosse, è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Santobono Pausillipon di Napoli. I genitori credevano si trattasse di una forma influenzale, escludendo il Covid. Invece, il primo esame eseguito proprio in ospedale ha dato esito positivo. Dopo le prime cure, la condizione di Mattias è peggiorata velocemente: una crisi cardiaca e respiratoria tanto forte da indurre i medici ad intubare il bambino.

Per qualche ora si è pensato al trasferimento presso un altro ospedale, poi la decisione di lasciarlo al Santobono per non esporre il giovane malato ad ulteriore stress e sbalzi.

Da giorni ormai si aspettano segnali positivi. Il bollettino medico parlava di “condizioni stazionarie, permane un quadro clinico caratterizzato da grave insufficienza respiratoria”.

“Il ragazzino di undici anni è ancora in terapia intensiva, non è cambiato granché. È stazionario. Al momento è legato a tutte le macchine per la ventilazione. Il danno polmonare è importante”. Questo è quanto ha affermato Vincenzo Tipo, il primario del pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli, a Barba&Capelli in onda su Radio CRC.

Nonostante si tenga la guardia altra, infatti, Tipo ha segnalato come questo virus possa avere dei gravi effetti a lungo termine anche per i pazienti in età pediatrica.

Sul virus sinciziale che sta saturando i reparti dell’Ospedale, inoltre, ha aggiunto: “La pressione sul nostro ospedale non è legata molto al Covid. Noi siamo nel pieno di un’epidemia di virus respiratori, tra cui il virus sinciziale. Questo virus ha portato una pressione sul pronto soccorso molto importante. Molti di questi virus danno sintomi anche severi che necessitano ricoveri”.

Commenti

Translate »