Quantcast

Contrastare l’attacco al territorio boschivo con l’ausilio della tecnologia, può rappresentare l’arma vincente

Qualcuno si è svegliato sull’isola Verde: Mariarosaria Urraro (Europa Verde), denuncia il degrado del territorio boschivo disseminato in più tratti da rifiuti di ogni genere, alcuni anche pericolosi, come amianto, asfalto batterie auto ecc.

Per contrastare questi fenomeni, propone l’ausilio di foto trappole, video camere e droni per individuare i responsabili, prevenire il fenomeno del bracconaggio e degli incendi di natura dolosa.

Come dettagliatamente spiegato da Mariarosaria Urraro: “L’uso della tecnologia consentirebbe di offrire ai carabinieri forestali un valido supporto, dato che il numero di militari presenti sul territorio isolano è  insufficiente, tenendo presente che da quando  i forestali sono stati assorbiti dall’Arma, questi si devono occupare anche dell’agro alimentare e quindi il loro carico di lavoro è aumentato. La politica dovrebbe investire tempo e denaro per la protezione delle aree boschive, destinandone una parte alla scuola, luogo che dovrebbe formare i nostri bambini, creando senso civico e critico. Invece da decenni i governi che si sono susseguiti hanno solo effettuato tagli alla scuola.”

Articolo scritto da Beta per Positanonews

Commenti

Translate »