Quantcast

Cava de’ Tirreni, al via le adesioni al progetto “Bike to Work”

Cava de’ Tirreni. Fino al 15 aprile è possibile usufruire delle opportunità offerte dal progetto “Bike to Work” finanziato dalla Regione Campania al quale ha aderito anche l’Amministrazione Servalli, Assessorato all’Ambiente, e che consente un ristoro economico a chi utilizza la bicicletta per recarsi al lavoro.

Al progetto possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni, che hanno residenza nel territorio di Cava de’ Tirreni, solo ed esclusivamente, nell’ambito degli spostamenti tra casa e posto di lavoro anche fuori dal comune di residenza.

L’incentivo chilometrico sarà erogato, fino ad esaurimento delle risorse economiche messe a diposizione dalla Regione, direttamente al lavoratore nella misura di 20 cent al km, per un massimo di 50 euro mensili e solo se l’utilizzo della bici (anche elettrica) sia almeno di 10 giorni al mese.

L’avviso e tutte le modalità per la partecipazione al progetto sono consultabili sul sito del Comune (www.cittadicava.it).

“La mobilità sostenibile – afferma il vice sindaco con delega all’Ambiente, Nunzio Senatore – è una delle condizioni per la tutela ambientale e della qualità dell’area. Una iniziativa, anche se dal carattere sperimentale per la nostra regione, che intende promuovere quel processo culturale prima di tutto del rispetto dell’ecosistema in cui si vive. Un modello che, soprattutto nel sud Italia, stenta ad essere recepito, ma che negli ultimi anni sta facendo grandi progressi. Purtroppo i Comuni sono l’anello debole di questo processo per il semplice fatto che non hanno le risorse necessarie alla realizzazione delle infrastrutture. La nostra amministrazione, fin dal 2015, ha sempre operato nella direzione della ecosostenibilità, a partire da tutta la programmazione di “Cava Green Valley” che si sta concretizzando con i progetti del piano integrato città sostenibili che sono in corso di realizzazione, come i nuovi parchi urbani, il recupero del parco Diecimare, la bonifica della discarica di Cannetiello e in ogni nuova opera pubblica”.

Commenti

Translate »