Quantcast

Cava de’ Tirreni: addio alla “Sviluppo Costa d’Amalfi”

Cava de’ Tirreni: addio alla “Sviluppo Costa d’Amalfi”. Lo scrive Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Il Comune si tira fuori dalla società “Sviluppo Costa d’Amalfi” in liquidazione. Domani in occasione della riunione del consiglio comunale convocata dal presidente Adolfo Salsano alle 16 a Palazzo di città l’assise cittadina ratificherà una serie di atti di natura tecnica, il nuovo programma biennale degli acquisti di beni e servizi ma, soprattutto, la dismissione della partecipazione dalla società mista con partecipazione maggioritaria pubblica che – negli intenti originari – sarebbe dovuta diventare una sorta di agenzia per lo sviluppo locale, responsabile per la gestione dei Patti Territoriali, attirando fondi comunitari per lo sviluppo dei Comuni consorziati.

Nel primo decennio degli anni duemila, tuttavia, la società a responsabilità limitata fu oggetto di turbolenti vicende giudiziarie riconducibili a una serie di fondi (circa 100 miliardi di vecchie lire) ridistribuiti attraverso alterazioni di graduatorie che avrebbero dovuto creare almeno un migliaio di opportunità e posti di lavori mai concretizzatisi. Gli esposti alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore partirono dal Comune di Maiori, allora amministrato da Stefano Della Pietra , che denunciò l’inserimento di alcune società nelle graduatorie in un secondo momento.

A distanza di 20 anni la “Sviluppo Costa d’Amalfi” è ora in liquidazione, restano pochi beni da vendere e in particolare il marchio (raffigurante la nota volpe pescatrice) di proprietà della società a responsabilità limitata è stato oggetto, nel 2019, di una messa in vendita attraverso un’asta pubblica a mezzo di offerte segrete, con valore di base da 20mila euro.

In virtù di tali sviluppi l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Servalli ha deciso, quindi, di formalizzare la dismissione della partecipazione.

All’ordine del giorno dell’assise convocata per domani, inoltre, sono previsti una serie di punti di natura tecnica relativi ad alcune variazioni di bilancio e al riconoscimento della legittimità di alcuni debiti. I consiglieri comunali, infine, saranno chiamati a discutere e votare gli aggiornamenti proposti dalla giunta relativamente al programma biennale degli acquisti di beni e servizi i cui dettagli verranno resi noti proprio in occasione del consiglio comunale di domani pomeriggio.

Commenti

Translate »