Quantcast

Castellammare di Stabia, neonato di 5 mesi muore per il virus sinciziale: 11 medici indagati

Castellammare di Stabia, neonato di 5 mesi muore per il virus sinciziale: 11 medici indagati. Undici medici sono indagati per non essere riusciti a salvare la vita del piccolo Giuseppe Iovine, morto a cinque mesi a causa del virus sinciziale. L’equipe del San Leonardo di Castellammare di Stabia e del Santobono di Napoli è, dunque, sotto inchiesta.

La Procura di Torre Annunziata ha seguito ogni passaggio della delicata inchiesta condotta dai carabinieri, guidati dal capitano Carlo Venturini e partita dalla denuncia dei genitori di Giuseppe l’8 novembre scorso, giornata della tragedia. Ieri iscritti nel registro degli indagati i medici per poi svolgere l’autopsia martedì prossimo. Saranno i consulenti della Procura a stabilire se sia stato fatto tutto il possibile per evitare che il bimbo morisse.

Negli ultimi quattro giorni i magistrati hanno ricostruito l’intera vicenda per capire se ci sono responsabilità sanitarie da parte di chi lo ha avuto in cura e, soprattutto, dei ritardi nella tempistica con cui si è diagnosticata la patologia in grado di portare ad una crisi respiratoria fatale.

Giuseppe stava male da giorni e per questo motivo i genitori avevano prenotato una visita al Santobono. Quando lo scorso sei novembre i medici della struttura specialistica li avevano rassicurati, il neonato era tornato a casa. Una tregua durata poco. A distanza di ventiquattro ore una nuova corsa in ospedale al San Leonardo di Castellammare di Stabia. In due giorni dal suo ricovero nel reparto di pediatria la situazione è velocemente peggiorata. Portato d’urgenza in sala operatoria il bimbo è stato anche intubato. L’intervento chirurgico non l’ha aiutato. Il bimbo è morto dopo poco.

Ora i genitori vogliono sapere se ognuno degli undici medici indagati abbia fatto tutto quanto era possibile per salvare il bambino.

Commenti

Translate »