Quantcast

Carnevale a Maiori, Idea Comune chiede il rinvio: “L’epidemia non s’arresta ancora”

Più informazioni su

Carnevale a Maiori, Idea Comune chiede il rinvio: “L’epidemia non s’arresta ancora”. Il gruppo consiliare di Maiori, in Costiera Amalfitana, Idea Comune, con Salvatore Della Pace e Marco Cestaro, ha chiesto il rinvio delle manifestazioni previste per il prossimo Carnevale. Riportiamo di seguito la loro interrogazione:

Il Covid-19 assale Maiori, l’Italia, il mondo: l’epidemia non s’arresta ancora.
Grazie ai ricercatori, col vaccino, almeno si è smorzata la forza mortale del virus, ma dobbiamo tutti restare vigili, ancora e ancora vigili.
Maiori è una briciola di mondo, ma è tempo che Palazzo Mezzacapo decida: noi riteniamo che autorizzare la manifestazione del Carnevale sia un vero azzardo.
Non regge la vostra presa di posizione, comunicata agli interessati: noi adesso vi lasciamo liberi di fare; se peggiora la curva del contagio, vi bloccheremo.
Se anche la creazione e l’allestimento dei carri potesse non destare eccessive preoccupazioni, sarebbe comunque estremamente pericolosa la preparazione dei gruppi, formati da ragazze e ragazzi di tenera età, e da giovanissimi.
Ed è proprio la fascia d’età che va dai sei ai dodici anni quella che in questo momento è la più esposta e quindi da proteggere; anche perché c’è incertezza ancora tra gli esperti su come intervenire sul dosaggio del vaccino o altri farmaci.
Qualche sicurezza in più si ha nei confronti di chi ha meno di 18 e più di 12 anni.
Ma poi: proprio il Comune, nel recentissimo passato, ha pubblicamente condannato anche qualche incontro innocente in occasione di compleanni, onomastici e feste di laurea, tra le mura domestiche.
E adesso: con le due palestre comunali chiuse, con gli spazi pubblici coperti utilizzati per fini diversi e non sempre appropriati, e alcuni in perenne ristrutturazione, non vi chiedete nemmeno come i bambini ed i giovanissimi possano in sicurezza preparare i balletti dentro le suggestive scenografie che precedono ogni singolo carro, che poi sono proprio l’anima pulsante dell’intera manifestazione.
Sindaco, signori della Giunta, chi amministra ha il dovere di decidere, e non di assumere posizioni ambigue, insignificanti.
Noi siamo per il rinvio della manifestazione.
E lo diciamo proprio perché ci siamo sempre sentiti fieri dell’impegno profuso da decine e decine di artigiani e artisti o umili persone che disinteressatamente allestiscono i carri: lo fanno con cura e professionalità, entusiasmo e impegno.
I giorni corrono veloci.
È tempo che l’amministrazione decida.

Più informazioni su

Commenti

Translate »