Quantcast

Amalfi, “Dialogo con la Scuola” , iniziativa del “Marini – Gioia” agli Arsenali

Amalfi, “Dialogo con la Scuola” , iniziativa del “Marini – Gioia” agli Arsenali ieri sera. L’iniziativa ha visto la presenza di alcuni dirigenti scolastici della Costa d’Amalfi, di professori, oltre che del prof. Mario Maviglia, ex coordinatore Ispettori U.S.R Lombardia ed ex Provveditore emerito U.S.T Brescia, anche di ex docenti della Costiera amalfitana, da Positano ad Agerola

“Dialogo con la scuola” ha avuto come fine quello di stabilire una connessione ed un dialogo con le istituzioni, partendo dalla memoria storica dell’istituto “Marini – Gioia”, passando per il presente e la ricostruzione della scuola dopo il Covid e, infine, guardando verso il futuro.

Presenti all’incontro, in rappresentanza delle istituzioni, il sindaco di Amalfi Daniele Milano e l’Assessore alla Cultura del Comune di Amalfi Enza Cobalto. Ad aprire il dibattito il Dirigente Scolastico dell’Istituto “Marini – Gioia” Vincenzo Falco che ha poi lasciato la parola al prof. Giovanni Lucibello e alla prof.ssa Giuseppina Severino che hanno illustrato l’evoluzione dell’istituto superiore amalfitano.

A conclusione degli interventi un video corredato di foto dell’istituto e dei suoi alunni fino ai giorni nostri. Il video ha riassunto i sessant’anni di storia di quello che di fatto è l’istituto il pilastro dell’istruzione superiore di Amalfi che, anche quest’anno, è stato inserito tra i migliori istituti della provincia di Salerno per indice di occupazione dai dati Eduscopio della Fondazione Agnelli.

Hanno poi preso parola la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Statale “Lucantonio Porzio” di Positano, Stefania Astarita, l’ex preside del Liceo Scientifico “Ercolano – Marini” con annessa sezione classica “Matteo Camera”, Francesco Criscuolo, e lo storico amalfitano Giuseppe Gargano nonché ex professore dell’istituto amalfitano.

Poi l’intervento del prof. Mario Maviglia, ex coordinatore Ispettori U.S.R Lombardia ed ex Provveditore emerito U.S.T Brescia che, con dati alla mano, ha illustrato tutte quelle che sono le mancanze della scuola italiana rispetto al resto d’Europa, mancanze dovute principalmente ai continui cambi di Governo dal 2009 ad oggi che non hanno permesso alla scuola di raggiungere la sua stabilità in quanto istituzione.

Infine l’intervento del primo cittadino di Amalfi, ex alunno dell’istituto superiore, che ha dato il suo appoggio in quanto istituzione, ricordando solo l’ultimo intervento che riguarda la fruizione del campo da basket collocato all’interno degli spazi della caserma della Guardia di Finanza situata nella zona portuale di Amalfi per gli studenti del “Marini – Gioia”.

Commenti

Translate »