Quantcast

Vico Equense: Il neoeletto sindaco della città, Peppe Aiello, inizia ad attuare gli interventi sul territorio

Più informazioni su

Vico Equense: Il neoeletto sindaco della città, Peppe Aiello, inizia ad attuare gli interventi sul territorio, così come riportato da Ilenia De Rosa, giornalista de “Il Mattino”.

«Bisogna restituire la giusta immagine a piazzale Siani. È un luogo che ha un significato importante e pertanto va curato con la massima attenzione: non dovranno più esserci auto parcheggiate, nemmeno quelle della polizia municipale». Questo è il primo intervento che ha in mente Peppe Aiello, neoeletto sindaco di Vico Equense. Il candidato di centrodestra che ha vinto la competizione elettorale contro lo sfidante Maurizio Cinque ha già le idee chiare sui primi passi da compiere.
«Vorrei concentrarmi subito su viabilità, decoro e sicurezza – continua Aiello – partirò dall’area antistante la nuova sede comunale». Negli ultimi mesi, infatti, sempre più auto hanno invaso il piazzale, sorto come area pedonale e, successivamente, intitolato a Giancarlo Siani, giornalista del Mattino ucciso dalla camorra a soli 26 anni, quale simbolo di legalità. L’intenzione del nuovo sindaco è quella di liberarla da qualsiasi mezzo. «Le auto della polizia municipale potranno sostare dall’altro lato, dinanzi l’ingresso della sala consiliare spiega Ho intenzione di revocare il provvedimento che autorizzava gli amministratori a parcheggiare nello spazio dinanzi la sala consiliare, lato via De Feo. Quell’area dovrà essere destinata esclusivamente al parcheggio dei veicoli dei vigili urbani. Così verrà liberato completamente piazzale Siani».

IL TOTONOMI
Altro luogo da valorizzare, secondo Aiello, è piazza Scanna. Una riorganizzazione della viabilità è, per lui, prioritaria e dovrà riguardare alcune aree strategiche della città. La proclamazione si terrà domani: Peppe Aiello tra poche ore diventerà a tutti gli effetti sindaco della città e il passaggio di consegne avverrà tra due amici che hanno fatto un cammino insieme. Aiello ha ricoperto, infatti, la carica di capogruppo di maggioranza per i cinque anni di governo cittadino di Andrea Buonocore, sindaco uscente che si è candidato come consigliere raggiungendo 432 voti. Sull’argomento giunta, Aiello non si sbilancia e non fa ancora nomi. Ma ha chiaro il criterio da adottare: un assessore per ogni lista. «Attendo che ogni lista mi faccia una rosa di nomi spiega Dopodiché ci sarà una valutazione complessiva. Ogni gruppo sarà certamente rappresentato da un assessore ma bisognerà anche prestare attenzione alle quote rosa».

L’ANALISI
Sul risultato Aiello fa una riflessione. «È stata dura ma alla fine ha premiato lo spirito di squadra, la lealtà e anche il mio carattere mite e socievole afferma Le sezioni decisive per la vittoria sono state Montechiaro, Arola, Fornacelle e Pacognano. In quella zona, e non solo, sto lavorando da anni, restando al fianco delle famiglie, con tanta attenzione a quelli che sono i bisogni della popolazione». Nella frazione collinare di Arola Aiello ha vinto con uno scarto di 373 voti mentre a Montechiaro 255 voti in più. Il suo sfidante, Maurizio Cinque, ha ottenuto ottimi risultati, invece, nelle sezioni del centro: nei quattro seggi ha registrato un vantaggio di 70 voti. E non solo: a Moiano Cinque ha superato Aiello di 371 voti. Una sfida estenuante per entrambi che alla fine ha decretato il vincitore con un vantaggio di 210 voti. «Dopo l’attesa e poi la festa adesso è il momento di pensare concretamente alle azioni da mettere in campo» conclude Aiello, che da domani sarà ufficialmente sindaco.

Più informazioni su

Commenti

Translate »