Quantcast

Un nuovo successo per lo spettacolo “La Divina Commedia in volgare… ma non troppo”, portato in scena da Maurizio Merolla

Più informazioni su

    Riceviamo e pubblichiamo.

    -Presidente dell’Associazione Eventi2000 con gli attori di Monteforte Comicità.

    La fortunata kermesse prosegue il suo tour in giro per la Campania, ricevendo ospitalità in alcune tra le sue location più belle. Sabato 2 ottobre è toccato allo splendido parco archeologico di Nocera Superiore, dove il pubblico ha seguito con attenzionel’originale e passionale performance della compagnia Tragicamente Comici, nonostante le previsioni nefaste del Meteo. Qualche goccia di pioggia è caduta timidamente sul finire dell’esibizione, allorquando il regista Merolla ha chiamato sul palco e ringraziato tutti i membri dello staff: dai bravissimi attori alla presentatrice Flavia Chiarolanza; dal musicista Giancarlo Sanduzzi, Maestro di chitarra, che ha curato l’accompagnamento musicale, all’attore Tony Palma, nell’occasione impegnato in veste di assistente alla regia. Insieme a loro, e in rappresentanza del Comune che ha offerto il suo autorevole patrocinio, l’assessore alle Politiche Sociali Maria Stefania Maddalena Riso. Attraverso di lei ci è giunto il saluto istituzionale del Sindaco Giovanni Maria Cuofano, dell’Assessore alla cultura Giuseppe Senatore e dell’intera cittadinanza, che ha accolto con piacere la compagnia proveniente da Monteforte Irpino. L’assessore Riso ha ribadito l’impegno e la volontà del Comune nel promuovere cultura e arte tra le strade della deliziosa cittadina, che tanta bellezza regala ai visitatori grazie al maestoso Battistero paleocristiano e al Santuario di Santa Maria Materdomini. ‘Galeotto’ dunque, per restare in tema dantesco, è il sodalizio tra i due comuni campani, soprattutto nell’anno delle celebrazioni dovute ai 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

    Sulla scena la compagnia dei Tragicamente Comici, fondata dallo stesso Merolla nel 2009. Gli attori, che recitano sotto l’egida di Monteforte Comicità – nata come costola di Eventi2000– , calcano le scene come volontari del sorriso, in obbedienza alla missione dell’Associazione, divenuta ormai una realtà consolidata nel panorama del teatro campano. Monte Forte Comicità infatti si pone come primo osservatorio permanente sulla terapia del sorriso: i suoi volontari mettono tutto il loro impegno, passione e talento al servizio della comunità, esibendosi – oltre che nei luoghi deputati alla divulgazione del sapere, quali le istituzioni scolastiche – anche all’interno di ospedali, carceri e case di cura. Parliamo di un’associazione fortemente operativa sul territorio, tant’è che – sotto la sua insegna – vengono realizzate almeno due produzioni all’anno; e i suoi attori, entrati nella compagnia come neofiti, possono ormai considerarsi professionisti delle scene, avendo affinato nel tempo la loro arte sotto la guida sapiente del Maestro Maurizio Merolla: mentore, ideatore e regista di tutti gli spettacoli. È doveroso nominarli uno per uno, anche per omaggiare l’impegno e la passione da loro profusi in ogni evento: Rita Aurigemma, Elisa Carbone, Giuseppe D’Amore, Rossella Manna, Monica Piantedosi. Un plauso a tutti loro per aver declamato alcuni dei versi più belli tratti dalla Divina Commedia e sapientemente tradotti in lingua napoletana dallo scrittore Bruno Nazario Napoli. Ciò che caratterizza la pièce, infatti, è proprio l’innovativo connubio tra il nostro dialetto e la prosa dantesca in italiano volgare, secondo un registro sperimentale che nessuno mai aveva tentato finora.

    I Nostri saranno nuovamente impegnati il 7 Ottobre a Diamante e il 9 a Ischia, ospiti di Villa Arbusto in località Lacco Ameno.

    In attesa di rivederli sulla scena, ci auguriamo che lo spettacolo firmato da Maurizio Merolla prosegua nel suo felice percorso tra le regioni di tutta Italia. Perché la Divina Commedia è innanzitutto patrimonio del nostro Stivale, oltre che capolavoro conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

    Pubblicato da Alberto Del Grosso

    Giornalista Garante dei Lettori

    del giornale Positanonews

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »