Quantcast

Tassa dei rifiuti, ok agli sgravi: sconti per i cavesi in difficoltà

Tassa dei rifiuti, ok agli sgravi: sconti per i cavesi in difficoltà. Ne parla Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Misure anticrisi: anche quest’anno il Comune di Cava de’ Tirreni conferma il contributo economico per il pagamento della Tari e l’esonero parziale dal pagamento della tassa sui rifiuti rivolte alle categorie in difficoltà socioeconomica. In occasione dell’ultima riunione di giunta, infatti, l’esecutivo guidato dal sindaco Vincenzo Servalli ha dato l’ok, come accaduto negli anni precedenti, all’esonero parziale Tari destinando all’intervento la somma di 8 mila euro, precisando i requisiti che le famiglie devono possedere per accedere al sussidio, tenendo conto non solo degli anziani con pensioni minime (dall’Isee che non oltrepassi gli 8.966 euro) e dei nuclei senza reddito o con reddito molto basso (fino a un massimo di 3.936 euro annui), ma anche di coloro che, avendo perso il lavoro nel corso del 2021, hanno un reddito complessivo familiare che non consente il soddisfacimento dei bisogni primari della famiglia.

Tali interventi di tipo assistenziale, sulla base del vigente regolamento generale in materia di tributi municipali, prevedono quindi una riduzione parziale della tassa di 100 euro per tutta l’utenza metelliana che sarà capce di dimostrare di essere in possesso dei requisiti previsti dalla misura di sostegno. Tuttavia, considerato che al momento l’amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni non ha precisa contezza di quelle che potranno essere le richieste e il numero delle istanze avanzate dagli aventi diritto che perverranno all’attenzione degli uffici di Palazzo di Città, si è riservata la facoltà di ridimensionare successivamente l’importo pro capite dell’esonero per poter valutare, eventualmente e successivamente, un’integrazione del contributo.

Commenti

Translate »