Quantcast

Spezia – Salernitana, non basta Simy , sconfitta amara. Delusione anche in Costiera amalfitana

Gol di Simy ha illuso  nella partita salvezza tra Spezia Salernitana alla ricerca di punti in una partita assolutamente da non sbagliare, in tanti anche dalla Costiera amalfitana , i tifosi da Amalfi,  Praiano, Maiori e Ravello . Con il successo in casa nell’ultima giornata i granata di Castori hanno lasciato l’ultimo posto in classifica ma adesso serviva continuità.

Non basta un buon primo tempo e il primo gol in campionato di Simy, è la brutta ripresa a fare la differenza costringendo così la Salernitana a una pesante sconfitta in casa dello Spezia (2-1). Complice le numerose assenze e le condizioni non perfette di Gondo, Castori non può far altro che affidarsi all’attacco pesante: Djuric e Simy costantemente in area di rigore e Obi, anche lui costretto a stringere i denti, chiamato a fare da collante per l’intera squadra. E sono proprio loro i protagonisti del primo tempo.

Ma andiamo con ordine. Tempo venti minuti e la Salernitana perde anche Gyömbér, al suo posto Kechrida che con coraggio e personalità aiuta immediatamente i suoi a spingere con più costanza. Dopo i primi tentativi spezzini con Salcedo (incrocio dei pali) e Maggiore (tiro murato da Gagliolo) al 30’ Kechrida sfiora il palo con una conclusione dai sedici metri e al 39’ serve un cioccolatino per Simy ma sul destro a botta sicura del centravanti nigeriano Provedel si esalta respingendo a mano aperta.

Finalmente Simy

Simy si sblocca in chiusura di primo tempo, proprio quando sembra che la maledizione offensiva abbia davvero colpito l’ex Crotone. Passano solamente 60 secondi dall’occasione fallita quando Obi serve con una perfetta sponda al volo il numero 25 granata che prima scarta Provedel con un leggero tocco sotto e appoggia in rete per la sua prima gioia con la maglia granata.

La rimonta spezzina

Ma il vantaggio della Salernitana dura poco, perché al 51’ la difesa di Castori si fa bucare centralmente dallo Spezia bravo a chiudere nel migliore dei modi il contropiede con il sinistro al volo di Strelec che batte Belec con un gran tiro sotto la traversa.

Il numero uno granata diventa protagonista al 58’ quando si supera prima su Nzola e poi sul tentativo ravvicinato di Salcedo ma l’inerzia è tutta di marca spezzina e al 76’ Kovalenko inventa il gol del vantaggio con un gran tiro a giro dai venti metri che ribalta il punteggio e costringe i granata a lasciare in terra ligure punti pesantissimi.

La partita in diretta sul Mattino

Spezia (4-2-3-1)

94 Provedel; 21 Ferrer, 15 Hristov, 43 Nikolaou, 11 Gyasi; 25 Maggiore, 8 Kovalenko; 22 Antiste, 29 Salcedo, 44 Strelec; 18 Nzola.

A disposizione: 1 Zoet, 40 Zovko, 9 Manaj, 10 Verde, 17 Podgoreanu, 31 Sher, 76 Deloriè, 77 Bertola. All. Thiago Motta.

Salernitana (4-3-1-2)

72 Belec; 23 Gyomber, 6 Strandberg, 31 Gagliolo, 19 Ranieri; 2 M.Coulibaly, 14 Di Tacchio, 22 Obi; 20 Kastanos; 25 Simy, 11 Djuric.

Commenti

Translate »