Quantcast

Sorrento e la sostenibilità: la sfida delle 100 startup al G20

Più informazioni su

Dopo la crisi finanziaria del 2008 i leader mondiali hanno cercato soluzioni multilaterali e hanno tenuto il primo vertice dei leader del G20 a Washington. “Sostenibilità”. E’ questa la parola chiave degli incontri del G20 che quest’anno sono in corso a Sorrento. La comunità internazionale deve riunirsi per trovare soluzioni a lungo termine, innovative e sostenibili alle complesse sfide che il mondo deve affrontare oggi, dalla pandemia di Covid al cambiamento climatico – ha dichiarato il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Cento startup provenienti dai Paesi del G20, venture capitalist e grandi aziende internazionali sono i protagonisti del G20 Innovation League tenutosi ieri a Sorrento, e in programma per questa sera del 10 ottobre 2021. L’evento, organizzato nel quadro della Presidenza italiana del G20, mira a favorire nuovi investimenti internazionali e rafforzare la cooperazione tra attori pubblici e privati sul tema dell’innovazione.

Le cento startup selezionate da tutti i Paesi del G20 sono protagoniste delle diverse sessioni tematiche in programma. Per le startup si tratta di un’opportunità per presentare i loro progetti e proporre soluzioni tecnologiche a cinque tra le maggiori sfide globali: tecnologie pulite, potenzialità e rischi dell’intelligenza artificiale, l’uso efficiente dell’internet delle cose, città intelligenti e mobilità, e infine il futuro della sanità. Per ciascuna sfida saranno presenti cinque startup, e tra tutte investitori e aziende internazionali selezioneranno le dieci con le migliori e più innovative soluzioni per affrontare le sfide globali e costruire un futuro sostenibile e inclusivo. Fondamentali i momenti di networking previsti nel programma che daranno modo a tutti i partecipanti di stabilire contatti e fissare incontri B2B con gli investitori e le aziende internazionali.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »