Quantcast

Sette su sette e il Napoli “cuoce”anche la Fiorentina

Al Franchi di Firenze doveva essere un banco di prova del Napoli di Spalletti che finora, a detta dei più, aveva affrontato squadre non in forma come i viola. Pronti via e la Fiorentina parte all’arrembaggio nel tentativo di portare a casa i 3 punti e al 18′ è solo grazie al miracolo di Ospina, che nega il gol a Pulgar, se non ci riesce subito. La prima metà del primo tempo è quasi tutta viola e il vantaggio infatti arriva al 28′: l’azione parte da calcio d’angolo, Biraghi va alla battuta e trova l’assist di Vlahovic per la girata al volo di Quarta. Ospina può soltanto accompagnare il pallone in rete con lo sguardo. Il Napoli ci crede, la Fiorentina anche ma l’incubo dei difensori ha un nome e cognome: Victor Osimhen. L’attaccante, lanciato da Fabian Ruiz, vola verso la porta ma Quarta, nel tentativo di fermarlo, lo atterra ed è rigore per gli azzurri! Sul dischetto capitan Insigne si fa parare ma la palla va sul destro di Lozano che non sbaglia! Nella ripresa il Napoli c’è e al 5′ Zielinski batte una punizione dalla destra: sul pallone si avventa Rrahmani che di testa mette in rete! Ed è 2-1 per i partenopei. La stanchezza la fa da padrona, Spalletti pensa ai cambi, la Fiorentina al pareggio, ma il risultato rimane invariato e gli azzurri restano in cima alla classifica, stavolta a 21 punti!

 

Commenti

Translate »