Quantcast

Scossa di terremoto di magnitudo 5.9 a Tokyo: venti feriti e trasporti interrotti

Più informazioni su

Scossa di terremoto di magnitudo 5.9 a Tokyo: venti feriti e trasporti interrotti. Il Giappone ripiomba nell’incubo terremoti. Sono almeno venti i feriti causati dal violento terremoto che ha colpito la capitale Tokyo nella tarda serata di ieri. Un sisma di di magnitudo 5.9, come precisato dall’Agenzia meteorologica giapponese (Jma), che ha causato un lungo blocco dei trasporti cittadini e interruzioni alla fornitura idrica in alcune aree della città, oltre a parziali blackout elettrici.

Subito dopo il sisma le principali linee ferroviarie e il sistema della metropolitana sono state sospese causando lunghe code dei passeggeri alla ricerca di metodi di trasporto alternativi. L’ultima volta che si è registrato un sisma di tale intensità nella capitale nipponica è stato nel marzo 2011, la data della catastrofe di Fukushima, che causò il successivo tsunami lungo la costa nordorientale dell’arcipelago.

Tra i feriti di ieri c’è una donna che ha battuto la testa dopo l’arresto improvviso del treno su cui viaggiava, riferisce la polizia; altre tre persone hanno riportati lievi contusioni dopo il parziale deragliamento di un treno su una linea locale nel comune di Adachi. Sebbene il terremoto sia stato avvertito intensamente a Tokyo, i sismologi avvertono che il tumulto non è comparabile al sisma dato per probabile nei prossimi 25-30 anni, di proporzioni più devastanti e con ingenti perdite di vite umane. Il Giappone è situato nella Cintura di fuoco del Pacifico, una fascia geografica dove le placche oceaniche convergono e scivolano sotto le placche continentali, e nella quale si calcola che avvenga il 90% dei terremoti mondiali. Nella regione si trovano anche i tre quarti di tutti i vulcani del pianeta, attivi e inattivi, disseminati lungo le coste del Pacifico.

Fonte Il Giorno

Più informazioni su

Commenti

Translate »