Quantcast

Ravello, Vuilleumier: «Saremo vicini al territorio»

Ravello, Vuilleumier: «Saremo vicini al territorio». Ne parla Salvatore Serio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Il neo sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, è già a lavoro per la formazione della nuova giunta comunale. Dopo il netto trionfo elettorale con la sua “Insieme per Ravello” che ha ottenuto il 44,31% dei voti si va formando l’amministrazione che guiderà la Città della Musica per i prossimi cinque anni. Gianluca Mansi, risultato il candidato con il maggior numero di preferenze 168, è in pole position per il ruolo di vicesindaco e assessore. Mansi nello scorso quinquennio è stato consigliere di minoranza al fianco di Vuilleumier. Entrano a far parte del nuovo Consiglio comunale di Ravello anche Nicola Fiore, Vincenzo Ferrara, Franco Lanzieri, Raffaele Scala, Pasqualino Civale e Luigi Mansi. Per l’altro posto da assessore in corsa Nicola Fiore, secondo tra i più votati di Insieme per Ravello con 116 preferenze, e Paola Mansi la prima dei candidati non eletti. «Il paese ha scelto un altro modo di amministrare basato sulla correttezza e sulla vicinanza ai cittadini – spiega Vuilleumier – Contro l’arroganza è stato il tratto comune dell’ultimo periodo. C’è stata la netta bocciatura di un certo modo di fare prevaricatore e non inclusivo. Riteniamo che il cittadino sia al centro».

Una vittoria chiara quella di Insieme per Ravello che ha ottenuto il maggior numero di voti in tutti e tre le sezioni nei quali si sono recati i ravellesi nel corso dell’ultima tornata elettorale. «Il territorio ha risposto in maniera uniforme con un forte scarto di voti, anche frutto del malcontento dei cittadini a causa dell’abbandono del paese – conclude Vuilleumier – I ravellesi hanno lamentato la mancanza della cura dell’ordinario, della quotidianità. Quello che è emerso dall’esito elettorale è la bocciatura dell’amministrazione Di Martino, improntata ad interventi dell’ultima ora, senza programmazione e senza organizzazione. Alla fine i nodi sono venuti al pettine». Siederà, quindi, in minoranza l’ex sindaco Salvatore Di Martino che con la sua lista Rinascita Ravellese ha raccolto il 30,53% dei voti. Al suo fianco tra gli scranni dell’opposizione Giuliana Buonocore che ha ottenuto il maggior numero di preferenze nella sua compagine. Salvatore Ulisse Di Palma, l’altro aspirante alla fascia tricolore in queste amministrative, occuperà l’altro posto in minoranza in rappresentanza di “Ravello va oltre”, lista che ha ottenuto il 23,84% dei voti totali.

Esce di scena al termine della tornata elettorale, invece, Nicola Amato, che negli ultimi cinque anni di consiliatura è stato un esponente di minoranza, prima di schierarsi con lo stesso Di Palma del quale, con ogni probabilità, sarebbe stato vicesindaco in caso di successo elettorale. «Nel segreto dell’urna i cittadini di Ravello hanno scelto i loro amministratori per i prossimi cinque anni – scrive Amato – In questi cinque anni non sono stato il consigliere di minoranza ma il consigliere di tutti. Ho sempre espletato il mio ruolo col buon senso e con le determinazioni che le circostanze imponevano. A quanti hanno creduto in noi va il grazie di tutto il gruppo di Ravello va oltre».

Commenti

Translate »