Quantcast

Ravello, l’ex sindaco: «Perso? Colpa di Di Palma»

Ravello, l’ex sindaco: «Perso? Colpa di Di Palma». Ne parla Salvatore Serio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

All’indomani della presentazione della nuova giunta comunale di Ravello, guidata dal sindaco Paolo Vuilleumier , l’ex primo cittadino Salvatore Di Martino attacca Salvatore Ulisse Di Palma , candidato con “Ravello va oltre”, di essere stato complice della sconfitta elettorale. Al termine degli scrutini, infatti, “Insieme per Ravello” ha ottenuto 775 voti mentre “Rinascita Ravellese”, a sostegno del sindaco uscente, che ha raccolto 534 voti. Secondo Di Martino, quindi, l’ago della bilancia sarebbero stati i 417 voti ottenuti dalla compagine guidata da Di Palma. «A fronte dei risultati straordinari conseguiti nei cinque anni di governo della Città, l’esito non è stato purtroppo gratificante – scrive Di Martino – Riteniamo che gli estensori e ideatori del manifesto di “Ravello va Oltre” hanno perso un’altra occasione per meditare sulla grave responsabilità della divisione del Paese, all’origine di un risultato elettorale così ingeneroso». Il responso, d’altra parte, non ha bisogno di alcuna analisi affidata ai politologi, ma solo di un franco e leale esame di coscienza ». Il riferimento di Di Martino è al messaggio di ringraziamento di Di Palma a seguito dell’ultima tornata elettorale.

«Qualcosa, però, non ha funzionato – scrive l’ex vicesindaco di Ravello – Le analisi le lasciamo ai politologi, noi che nelle vicende elettorali ci mettiamo il cuore, possiamo affermare di aver fatto, in pieno, il nostro dovere e, che al di là delle manovre ordite in reconditi luoghi e, da personaggi, oramai fin troppo noti, possiamo affermare che la sconfitta non ci abbatte, anzi ci rafforza per l’impegno che andremo a profondere dentro e fuori dall’aula consiliare». L’ex sindaco della Città della Musica parla di una complicità tra i due rivali.

Commenti

Translate »