Quantcast

Piano di Sorrento, Iaccarino si difende dagli attacchi di Cappiello, Rossella Russo in Giunta e Anna Iaccarino fuori? Incognita Ruggiero

Più informazioni su

    Piano di Sorrento, Iaccarino si difende dagli attacchi di Cappiello, Rossella Russo in Giunta e Anna Iaccarino fuori? Incognita Ruggiero , dopo un pò di silenzio sentiamo cosa dice su Politica in Penisola Vincenzo Califano , grosso modo lo scenario è quello ipotizzato da Positanonews sin dall’inizio, solo che davamo la Arnese in Giunta, in rappresentanza da Rossella Russo, mentre conviene con noi che Ruggiero dovrebbe entrare in Giunta, anche se è dato dai rumors Presidente del Consiglio, proprio per affiancare Cappiello .  All’ex sindaco Vincenzo Iaccarino, oggi all’opposizione, non sono andate giù alcune dichiarazioni del primo cittadino Salvatore Cappiello al quotidiano Metropolis e ha risposto per le rime al suo successore. Che cosa ha detto Cappiello per far scattare Iaccarino? Il sindaco, da qualche giorno alla guida del municipio, ha dichiarato di aver trovato un comune in balia delle onde e antichi problemi irrisolti per cui con l’ausilio degli uffici e di tecnici si sta prodigando per risolverli. Questa la risposta di Iaccarino: “Mi stupisce la dichiarazione del Sindaco Cappiello che, a due giorni soli dall’insediamento, in un’intervista rilasciata a Metropolis dice di aver trovato un Comune “in balia delle onde” e di aver trovato “mille problemi trascinati da anni”. Per quanto riguarda il “Comune in balia delle onde” mi sembra una dichiarazione destituita di fondamento visto che le attività dell’Ente procedono ad opera della macchina amministrativa, dei funzionari che non mi risulta abbiano all’improvviso dichiarato forfait sottraendosi alle loro responsabilità così come il personale in questa fase di passaggio alla nuova amministrazione. Per quanto riguarda i “problemi trascinati da anni” che dice di aver trovato, a parte quelli che ho potuto risolvere io in questi cinque anni, si tratta evidentemente di tutti quelli mai affrontati o irrisolti nei precedenti 28 anni in cui è stato in amministrazione con gran parte dei colleghi della sua attuale maggioranza. Se questo è il buon giorno di Cappiello e se continua a raccontare una storia inveritiera com’è avvenuto in campagna elettorale, ormai passata, inizia col piede sbagliato e se ne renderà presto conto“.

    Giovanni Ruggiero

    Non è trascorsa neanche una settimana dalle elezioni e ancora si deve procedere alla convalida degli eletti e all’approvazione della relazione programmatica e già il clima si presenta incandescente a conferma che per Cappiello e la sua maggioranza non sarà una passeggiata amministrare la città nel dopo-Iaccarino. Intanto il primo cittadino deve formare la Giunta e dalla sua composizione si comprenderanno tanti aspetti di questa tornata elettorale che è stata scandita da particolari passaggi. Cinque i posti disponibili con l’ex sindaco Giovanni Ruggiero primo eletto dato fuori dall’esecutivo per presiedere il consiglio comunale, ma che stando ai rumors del palazzo potrebbe invece entrare nell’esecutivo per dare man forte a Cappiello soprattutto in questo avvio di consiliatura per gestire anche le relazioni istituzionali extracomunali che sono un punto debole del nuovo sindaco.

    Rossella Russo
    Anna Iaccarino

    Il suo ingresso in giunta escluderebbe Marco D’Esposito e dirotterebbe alla presidenza del consiglio comunale Maurizio Gargiulo. Scontata la presenza in giunta di Gianni Iaccarino e Costantino Russo sulla base dei voti conseguiti e degli accordi pre-elettorali. Sul fronte femminile ci sono diverse incognite. Se saranno due le donne e si seguirà il criterio dei voti le nomine andranno a Antonella Arnese e Annalisa Pasquariello. Resterebbe fuori dal cerchio magico Anna Iaccarino, l’alleata di “Pianoforte” che ha aderito alla lista di Cappiello senza però riuscire a portare con sè in consiglio uno dei tre candidati da lei proposti (Tony Cocurullo, Salvatore Mare, Fernando Maresca). Una debolezza che rischia di condizionarne la performance amministrativa tenendo inoltre presente che aleggia l’incognita di una possibile nomina esterna di Rossella Russo, l’ex assessora ai servizi sociali dell’amministrazione-Iaccarino, la cui scelta di restare fuori dalla competizione elettorale ne ha condizionato l’esito in favore di Cappiello oltre ad aver eletto la Arnese come prima donna. Se la Russo dovesse tornare sulla scena (si tratta di decidere soltanto quando) si chiuderanno gli spazi per Anna Iaccarino essendo anche complesso gestire la coabitazione tra lei e la Russo.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »