Quantcast

Penisola sorrentina, rubano soldi e gioielli e scappano all’alt dei carabinieri: arrestati a Meta

Sono stati bloccati ed arrestati a Meta di Sorrento dai carabinieri di Sorrento due uomini di 50 e 41 anni che avevano truffato un’anziana signora. I due sono ritenuti responsabili di aver raggirato un’anziana signora facendosi consegnare un migliaio di euro in contanti e tutti i gioielli in oro che la donna aveva in casa. “Tuo nipote è finito in un brutto guaio giudiziario, se non paghi non ne uscirà”. E’ così che i truffatori, presentatisi dapprima come finti corrieri, erano riusciti a farsi consegnare oltre ai soldi anche preziosi per un valore di circa cinquemila euro.

La caccia ai due malviventi era già iniziata qualche ora prima quando, ricevuta dalla centrale operativa la segnalazione della presenza in penisola dei sospettati, era scattata la rete di posti di controllo dei carabinieri in tutta la costiera. Non appena una pattuglia ha incrociato l’auto segnalata ha intimano l’alt ma i due non si sono fermati e hanno tentato di scappare provando a disfarsi della refurtiva gettandola dal finestrino. I militari sono riusciti comunque a bloccarli, a recuperare il denaro e i gioielli e a trovare la vittima attraverso gli ultimi numeri in memoria sul cellulare che avevano i truffatori. Tutti i gioielli sono stati riconsegnati all’anziana vittima che è scoppiata in lacrime.

Commenti

Translate »