Quantcast

Nell’ambito dello Gnocco Day di Sorrento spazio anche alla solidarietà con Aurora Sorrentina al Refood

Più informazioni su

Il gran giorno è arrivato: il 7 ottobre 2021 a Sorrento si inaugura lo “Gnocco day”.
Nell’ambito della manifestazione, c’è qualcuno che ha pensato anche alla solidarietà: l’associazione Aurora Sorrentina ha organizzato con il patrocinio del Comune di Sorrento lo “Gnocco Sociale”, una cena di beneficenza presso il Ristorante Refood a Via Padre Reginaldo Giuliani 30, nel centro storico di Sorrento, per raccogliere fondi a favore delle persone disabili del territorio. Una squisita cena a base di gnocchi alla sorrentina e tranci di pizza, vino e dolci, la voce magica di Rosalba Spagnuolo accompagnata alla chitarra dal marito Francesco Cesarano e tanta voglia di fare del bene allieteranno la serata orchestrata dalle due anime dell’Associazione, Carla Agrillo e Cristina Coppola.
L’dea di celebrare lo gnocco sorrentino con lo Gnocco Day è nata come l’istituzione di un giorno di festa per salutare la ripresa del turismo a Sorrento – che vanta il più alto numero di ristoranti stellati in Europa per Km quadrato- e il ritorno alla dimensione di convivialità dopo il tunnel della pandemia, ma poi si è allargata a 4 giorni, dal 7 al 10 ottobre 2021, e ha coinvolto a macchia d’olio tantissimi ristoranti e chef in tutta la Costiera sorrentina, in Italia e all’estero.
La manifestazione è stata indetta non a caso di giovedi, il giorno che la tradizione popolare attribuisce alla preparazione degli gnocchi. Il detto “giovedi gnocchi” nacque per l’esigenza delle classi più povere di razionare il cibo e ottimizzarlo al meglio scandendo i pasti della settimana. L’uso di preparare gli gnocchi di giovedì era dovuto alla necessità di mangiare un piatto sostanzioso e calorico in vista del giorno successivo, il venerdì, che secondo la tradizione cattolica è “di magro”, ovvero di digiuno o astensione dal consumo di carne.
Simbolo della tradizione culinaria sorrentina, gli gnocchi sono un piatto creato con ingredienti tipici della dieta mediterranea e sono diventati icona nel mondo dell’Italian cooking style.
Le origini storiche dello gnocco alla sorrentina vanno ascritte secondo la leggenda a un geniale oste di in una taverna in Piazza Tasso del 1600 che lessò le patate, da poco importate dalle Americhe, le schiacciò e pensò di impastarle con uova e farina, quindi ne fece dei morbidi tocchetti rotondi e li pose in un piccolo coccio di terracotta, condì con profumato olio extra vergine d’oliva e sugo di pomodoro bollente e vi adagiò sopra fiocchi di candido fiordilatte, un po’ di formaggio grattugiato e foglie di basilico fresco.
Tanta bontà del palato, al Refood si trasformerà con lo Gnocco Sociale anche in bontà di cuore grazie a Aurora Sorrentina.
Carlo Alfaro

Più informazioni su

Commenti

Translate »