Quantcast

Napoli, al Vomero inizia la potatura e si devono togliere le luminarie

Più informazioni su

Napoli. “Chi fraveca e sfraveva, nun perde maje tiempo” è uno dei commenti apparsi sui social alla notizia che finalmente, dopo anni di richieste rimaste inascoltate, forse anche a ragione delle ultime cadute di alberi e di grossi rami che si sono registrate a seguito di eventi meteorologi abbattutisi sulla Città e della conseguente preoccupazione che possano verificarsi situazioni di pericolo, con possibili danni a persone e cose, come già avvenuto in un recente passato, è iniziata la Vomero la potatura delle alberature stradali, per lo più platani.

A diffondere la notizia è Gennaro Capodanno, presidente del comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, da sempre attento alla salvaguardia del poco verde pubblico a disposizione degli abitanti del quartiere partenopeo.

«Già – puntualizza Capodanno – perché nel comunicato con il quale si annuncia il programma delle potatura, partita stamani da via Cimarosa, dove è prevista l’intervento su 78 alberi, per poi proseguire su via Scarlatti, piazza Vanvitelli e via Luca Giordano, rispettivamente per 101, 7 e 125 alberi, viene anche precisato che per poter procedere bisogna provvedere alla temporanea rimozione dei filari di luminarie già installate che poi andranno ricollocate».

«E qui nasce un primo giallo – sottolinea Capodanno – Se si sapeva che bisognava procedere alle operazioni di potatura durante l’inverno, chi e perché ha autorizzato l’installazione delle luminarie con tanto anticipo? Inoltre, perché si è consentito che alcuni filari, come si riscontra in via Luca Giordano e in via Scarlatti, venissero addirittura legati alle alberature, come se si trattasse di sostegni, in aperto contrasto con tutte le norme poste a tutela? Chi pagherà tutte le spese necessarie per rimuovere le luminarie dalle alberature per poi ricollocarle, dopo la potatura? Quanto tempo in più, con conseguenti disagi per la cittadinanza, comporterà questa operazione di disinstallazione e reinstallazione? Non si poteva prevedere tutto questo, evitando spese e disagi? Chi ha autorizzato e controllato le modalità con le quali procede l’installazione delle luminarie?».

Sulle questioni sollevate Capodanno chiede che vengano promosse le opportune indagini da parte di tutti uffici competenti, auspicando altresì che le operazioni di potatura, appena iniziate, procedano con rapidità, interessando poi anche altre strade e piazze dell’area collinare, non ancora programmate, evitando altresì che tali operazioni avvengano con tagli indiscriminati, con capitozzature che, pure, si sono registrate in un recente passato, riducendo gli antichi platani a degli scheletri di legno.

Più informazioni su

Commenti

Translate »