Quantcast

Massa Lubrense. Concerto evento ” Vergine Madre, Figlia del tuo Figlio”

L’appuntamento è il 9 ottobre, per una serata dedicata alla celebrazione della Vergine, in memoria di Don Antonio Guida e Don Giuseppe Esposito, con l’esecuzione delle musiche, inedite in tempi moderni, del Maestro Don Luigi Guida, “cantore di Maria”.
“Vergine Madre, Figlia del tuo Figlio, Umile e alta più che creatura, termine fisso d’etterno consiglio” con questi versi Dante apre la preghiera che San Bernardo rivolge alla Vergine, all’inizio del trentatreesimo Canto del Paradiso. Questi versi, divenuti ormai iconici nel racconto che la letteratura fa di Maria, sono stati scelti per dare titolo al concerto che si svolgerà sabato 9 ottobre, alle 19.00, presso la Chiesa di S.Maria della Lobra, a Massa Lubrense. L’evento vuole rendere omaggio a Don Antonio Guida e Don Giuseppe Esposito, due sacerdoti della Penisola Sorrentina, che da compagni di seminario, sono poi diventati, nel corso della loro missione, punti di riferimento culturale del loro territorio. Don Antonio ha infatti portato avanti da Massaquano la memoria e l’opera del Maestro Don Luigi Guida, le cui musiche verranno eseguite nel corso della serata, mentre Don Giuseppe ha fondato l’Archeoclub, associazione culturale che opera da oltre 40 anni sul territorio di Massa Lubrense ed è principale promotore della serata. Nella circostanza verrà ricordata anche la figura del Gesuita P. Francesco D’Aria, fondatore delle Sorelle Ausiliarie della Madonna
di S. Agata, paroliere di numerose liriche musicate da Don Luigi.
Il concerto è anche occasione per celebrare la musica di Guida, a seguito di un lavoro, condotto da Candida Guida, di recupero, pubblicazione e ri-pubblicazione di una parte importante delle sue composizioni, alcune inedite fino a questo momento, come “L’Italia a Dante”, che fu composta 100 anni fa in occasione dei 600 anni dalla morte del Vate e che viene riproposta quest’anno, per la prima volta in tempi moderni e, per una felice coincidenza, nel corso di “Dante 700”, così come è stato ribattezzato il 2021, anno in cui ricorre il settecentesimo anniversario della morte del sommo poeta. Il ricco programma musicale fa parte del vasto repertorio del Maestro Don Luigi Guida e sarà eseguito dalle voci soliste del soprano Maria Ercolano e del contralto Candida Guida, accompagnate al pianoforte da Patrizia Rocco e Marco Palumbo e dal Coro femminile composto dai Soprani Iolanda Margherita Amato, Gaia Ammaturo, Chiara Iaccarino, Chiara Imperato, Paola Pierno, Marta Trucillo e dai Contralti Maria Cristina D' Alessandro,
Marina Meo e Lucia Piatto. La musica sarà impreziosita dagli interventi di Francesco Aliberti, Don Pasquale Vanacore, Patrizia Rocco e Domenico Palumbo, moderati da Salvatore Guadagnuolo. Fanno parte della scaletta diverse opere come "Mater Auxliatrix”, "Tota Pulcra”, “Ave Maria” e "Salve Regina”. Ma il vero gioiello della serata è “L’Italia a Dante”, cantata per coro e pianoforte, che verrà eseguita per la prima volta in epoca moderna, con musiche di Don Luigi Guida e versi di Padre Francesco Piscopo. Il concerto-evento è organizzato dalla Sede Lubrense dell’Archeoclub d’Italia APS (Associazione di Promozione Sociale), con il sostegno della Pro Loco di Massa Lubrense, della Cooperativa Arcolaio Teatro Eventi, dell’Associazione “Primavera Musicale” e
dell’Hotel Piccolo Paradiso, con il patrocinio della Curia Generale Sorrento- Castellammare, dell’Ordine dei Minori e della Congrega S. Antonio di Marina Lobra. In base alle normative vigenti del protocollo anti-Covid -19, l’accesso all’evento sarà
concesso ai soli possessori di Green Pass.

Commenti

Translate »