Quantcast

Lettere e Palinuro contagi nelle scuole e chiusure, si facciano screening anche in Penisola Sorrentina e Costiera amalfitana

Scuole chiuse fino al 5 novembre nel Comune di Lettere. L’ordinanza sindacale, firmata dal primo cittadino Nino Giordano per l’aumento di casi nelle realtà didattiche, come scrive lui stesso on line. Il Comune dei Monti Lattari a pochi chilometri da Agerola e dalla Penisola Sorrentina deve far riflettere dopo i tre casi nelle scuole di Piano di Sorrento, Positanonews parla dei comuni di cui si occupa naturalmente, quindi dalla costa di Sorrento ad Amalfi, in Costiera amalfitana, dopo i casi di Maiori e Minori, quasi tutti i comuni si sono attivati per i test salivari, su base volontaria, anti coronavirus covid-19 . Si dovrebbe fare qualcosa in Penisola Sorrentina meglio prevenire e circoscrivere la pandemia, in questo senso l’ex sindaco Vincenzo Iaccarino si attivò con l’apertura dell’USCA nella Clinica San Michele, mentre guardando alla Costiera c’è il caso virtuoso di Cetara che è riuscita a contenere il virus proprio grazie a una campagna di tamponi a Conca dei Marini hanno fatto screening con zero casi. Oramai è risaputo che i vaccini, sopratutto se decorsi sei mesi per gli israeliani è come se non ci fosse , non garantiscono comunque  la totale  copertura e immunità. In ogni caso vanno protetti i nostri bambini a prescindere.

I CASI COVID A LETTERE E LA CHIUSURA DELLA SCUOLA DAL SINDACO NINO GIORDANO

Nino Giordano sindaco Lettere

«Stasera vi scrivo con animo triste e preoccupato. Ho da poco firmato un’ordinanza sindacale con la quale ho disposto la chiusura dei plessi scolastici locali fino al 05.11.2021, salvo successive verifiche, per cui le lezioni proseguiranno in DAD. Andava presa una decisione responsabile, e dopo aver sentito l’Asl e la Dirigenza scolastica, al solo fine di tutelare i nostri piccoli abbiamo deciso per un provvedimento drastico. La misura si è resa necessaria a seguito dei numerosi casi di positività riscontrati in ambito scolastico negli ultimi giorni, ma soprattutto per la impossibilità di tracciare con certezza i contatti stretti (10 casi). Ho altresì chiesto alla struttura competente dell’ASL uno screening di massa della popolazione scolastica per garantire una ripresa delle lezioni in presenza in massima sicurezza. E’ un momento delicato per la nostra comunità ma non dobbiamo fare allarmismo. Il compito di tutti noi è di continuare ad essere prudenti e responsabili per contrastare il diffondersi del contagio».

I CASI COVID A PALINURO CENTOLA NEL CILENTO

Guardia alta a Centola, comune del Cilento che tra le sue frazioni comprende anche la nota località turistica Palinuro, dove negli ultimi giorni si sono registrati diversi casi di positività al Covid-19, tra i quali anche alunni della scuola dell’infanzia e primaria del plesso di Centola capoluogo. Sono 22 in tutto i casi rilevati: ai 6 comunicati dall’Asl il 23 ottobre, ieri si sono aggiunti 16 nuovi casi: 10 nella frazione Centola, 3 a Palinuro, 2 a San Severino e uno a Foria.

Il sindaco, Carmelo Stanziola, ha comunicato alla cittadinanza che è stato predisposto, in collaborazione con il Dipartimento di prevenzione dell’Asl, uno screening con tamponi molecolari per gli alunni delle classi coinvolte. «A tal proposito – scrive Stanziola – i genitori, a seguito di una comunicazione da parte della scuola, sono invitati ad accompagnare i rispettivi figli mercoledì 27 ottobre dalle ore 14.30 alle ore 15.30 in via R. Talamo nei pressi dell’ambulatorio medico. La situazione richiede massima attenzione, rispetto delle norme e collaborazione da parte di tutti. Solo in questo modo riusciremo ad arginare ulteriori contagi», sottolinea il sindaco di Centola.

Commenti

Translate »