Quantcast

Insieme per Massa Lubrense: “Il passato non si cancella con un click”

Riportiamo il post pubblicato dal gruppo “Insieme per Massa Lubrense” sulla propria pagina Facebook: «Spiace constatare che il nostro sindaco, in compagnia dell’assessore al personale Giustiniani, abbia confezionato una risposta così superficiale ai nostri rilievi sui concorsi e sul personale del Comune. La nostra riflessione si basava sul fatto che il Comune è carente in materia di servizi offerti alla collettività e soprattutto abbia un numero insufficiente di dipendenti.

Sindaco e assessore, a nome di tutta l’amministrazione, hanno deciso di puntare il dito, piuttosto che scusarsi con i cittadini che devono attendere mesi per una pratica edilizia, settimane per un documento d’identità, anni per una risistemazione stradale.

A questi cittadini, nessuno ci pensa. Piuttosto si torna al passato, imputando tutti i mali di Massa Lubrense agli anni precedenti al loro insediamento. Non dicono che in quegli anni il Comune non era sotto organico, anzi! E, inoltre doveva sottostare al blocco del turn-over: con 5 pensionamenti si poteva assumere un solo dipendente. Invece, dal 2015, da quando amministra il Patto, le cose sono cambiate purtroppo in peggio. La spesa per il personale è calata, e i concorsi sono andati avanti a fatica: 3 concorsi pubblici in 6 anni.

Il Sindaco si è dimenticato di dire che i dipendenti in posizione dirigenziale sono stati assunti con sua nomina diretta. Altro che concorso!

Noi di Insieme insistiamo sul fatto che non è possibile che i nostri dirigenti siano in servizio a tempo parziale: Ing. Provvisero al 50%, dott. Tramontano al 50% con Piano, dott. Franco (segretario comunale) al 50% con Sant’Agnello. Queste scelte politiche sono fallimentari per l’efficienza del Comune. Per questo vi diciamo che avete fallito.

Per non parlare del fatto che assumete (o almeno ci provate) attingendo da graduatorie esterne di altri Comuni (cosa diversa dai concorsi dei quali parla il sindaco) e a volte senza riuscire ad assumere nessuno. A dimostrazione che la vostra politica sul personale è fallimentare.

Il Comune rischia di rimanere senza un Comandante dei vigili urbani visto l’imminente pensionamento del tenente Fabiano.

Si spera e si aspetta l’arrivo dei 7 dipendenti che dovranno essere assunti grazie alla partecipazione del Comune al progetto Ripam della regione Campania, come annunciato dal sindaco e dall’Assessore Giustiniani.

Questa situazione non promette nulla di buono, soprattutto per i cittadini che devono subire un servizio inefficiente a causa di scelte politiche fallimentari giustificate con dichiarazioni volte a “nascondere la polvere sotto i tappeti”.

Inoltre un consiglio a chi ci amministra: con il passato bisogna far pace, altrimenti si è “sempre nani sulle spalle dei giganti”».

Commenti

Translate »