Quantcast

Il Vico Equense è momentaneamente capolista

Più informazioni su

Un’autorete, basta agli azzurro-oro per portare a casa tre punti fondamentali e portarsi momentaneamente in vetta alla classifica.
Il primo tempo si combatte a centrocampo. Nessuna delle due squadre sembra prevalere. I padroni di casa faticano a sfondare contro una delle migliori difese di questo torneo. Soltanto un episodio, infatti, poteva sbloccare una partita così tirata. Cuomo, nel tentativo di servire il proprio portiere, realizza uno dei più classici autogoal. Il retropassaggio non essendo rasoterra, mette in difficoltà Della Spada, che nel prendere posizione arretra un po’ troppo, finendo dietro la linea di porta. L’estremo difensore ospite riesce a rinviare, ma il pallone nel frattempo, secondo quanto visto dall’assistente dell’arbitro, era entrato.
Nel secondo tempo, l’inerzia della gara cambia repentinamente a causa dell’espulsione rimediata da Gargiulo per doppia ammonizione. Per giocoforza, il Vico è costretto a difendere il risultato, cercando di pungere in contropiede. Il Costa D’Amalfi fa la partita, ma non riesce a sfondare. A 10 minuti dal termine, la partita si accende. Stoia si carica i suoi sulle spalle e cerca il guizzo vincente. Il numero 10 è un pericolo sulla fascia sinistra e va vicinissimo al pareggio all’ 80′. Stoia però, deve fare i conti con Napoli, che aiutato da Ferrara, gli nega la gioia della rete con una parata di piede di puro istinto. Pochi minuti dopo, Il Vico ha l’occasione per mettere il sigillo al match. La difesa del Costa D’ Amalfi è messa malissimo e Guidoni scappa in contropiede. Il numero 19, supera tre avversari, ma non serve il solissimo Conte che si sarebbe trovato a tu per tu con Della Spada. La legge del “Gol sbagliato, gol subito” è severissima, ma il Vico viene graziato. Il Costa D’Amalfi, infatti, con gli ultimi disperati assalti non riesce a sfondare. La difesa dei padroni di casa regge e Napoli chiude la saracinesca. Nell’ ultima azione, però, un brivido attraversa la schiena dei tifosi azzurro-oro. L’area di rigore è un parapiglia, cross in mezzo, Carrafiello cerca di anticipare Napoli e ci riesce, ma gli frana addosso e per l’Arbitro è carica sul portiere.

Più informazioni su

Commenti

Translate »