Quantcast

Il progetto dell’Associazione “Insieme per Massa Lubrense”: lo sport oltre ogni barriera ideologica

Riportiamo il post dell’Associazione “Insieme per Massa Lubrense”: «È da tempo che andiamo maturando la consapevolezza che lo sport sia davvero uno strumento di aggregazione fenomenale. La recente vittoria italiana all’Europeo di calcio e a quello di pallavolo, la figura più che lusinghiera dell’Italia alle ultime Olimpiadi e Paralimpiadi ci fanno ben sperare sul futuro dello sport italiano.

Eppure, al di là della retorica, le grandi vittorie sportive nascono nella quotidianità di tanti giovani, capaci di inseguire un sogno sin da piccoli.  Quando vediamo un campione ci dimentichiamo che alle sue spalle c’è un movimento molto più vasto, fondato su migliaia di società sportive che, in bilico tra dilettantismo e professionismo, strappano centinaia di migliaia di giovani dalle strade, favorendo l’inclusione e il rispetto delle regole.

Non dovremmo dimenticarci che i campioni del domani possono nascere ovunque, persino nella palestra sotto casa, ma per fare ciò occorre un impegno trasversale, che superi resistenze ideologiche e steccati politici. Migliaia di giovani non hanno la possibilità di fare sport, talvolta devono guardare i compagni farlo senza avere alcuna possibilità di partecipare perché le famiglie hanno ben altro a cui pensare.

Per questo motivo, noi di Insieme per Massa Lubrense stiamo mettendo in campo un progetto ambizioso, destinato a incentivare l’attività sportiva dei ragazzi e delle ragazze più sfortunate. Vorremmo mettere in campo un progetto di “borse dello sport”, destinate ad essere distribuite con la collaborazione delle società sportive del territorio Lubrense. Nella nostra idea dovranno essere le società sportive a segnalarci, in forma tale da tutelare l’anonimato degli interessati, le eventuali “borse di sport” da erogare. Il nostro contributo sarà dunque coperto dalla privacy e permetterà a queste famiglie di pensare con maggiore serenità alle esigenze dei propri figli, sgravandoli dalle spese sportive. A noi non interessa il nome della persona a cui andrà il nostro contributo, ma solo che questo piccolo gesto faccia sorridere un piccolo campione del domani, che magari insegue il suo sogno sportivo con la maglia della squadra della sua città. Far del bene non serve ad appuntarsi sul petto una medaglia, ma a far crescere la coscienza civile della nostra comunità. Lo sport è unione, supera gli steccati politici e ideologici e forse ci rende migliori. Ripartiamo dallo sport per una Massa Lubrense migliore».

Commenti

Translate »